Tel/Fax: +39 055.828315 info@motusport.it / Facebook
Triathlon mute, abbigliamento Triathlon muta, Allenamento Triathlon Bici, Triatleta - Triathlon, Mute Triathlon, Bici Triathlon, Abbigliamento Triathlon, Scarpe Triathlon, Accessori Triathlon 2xu, Zoot, x bionic
0
Passione Sportiva

Brand

Categorie

Scarpa da Running ENDA LAPATET 1.5, made in Kenya

ENDA LAPATET 1.5
lapa1
La LAPATET 1.5 ha nel suo nome il DNA delle sue origini, infatti Lapatet nei dialetti di
alcune tribù Kenyane significa “CORRERE”
E’ una scarpa versatile che ben si adatta sia all’allenamento quotidiano, grazie a livello di
ammortizzazione, che alla corsa più performante in virtù delle sue caratteristiche tecniche
che strizzano l’occhio ad una corsa con attacco prevalentemente di meso piede; senza
sottovalutare il comfort che si percepisce da subito, alla prima calzata, grazie allo spazio
ampio nella zona dell’avampiede e alla particolare attenzione che si è data alla zona del
tallone.
Vediamo allora, nel dettaglio, le caratteristiche della ENDA LAPATET 1.5

La TOMAIA è realizzata in knit leggero e morbido, privo di cuciture (seamless) che permette
al piede di alloggiare nella scarpa senza alcuna costrizione. La trama è gestita con delle
onde con 2 differenti densità per offrire adeguato contenimento (onda più densa) e perfetta
flessibilità (onda a minor densità) e linee di piega che seguono il movimento del piede
durante tutte le fasi della rullata.
lapa2
Inoltre l’alternanza delle densità delle onde di tessuto permette un perfetto accoppiamento
con le calze e la tomaia stessa riducendo il rischio di sfregamenti che incidono sulla pelle dei
piedi e sul conseguente rendimento durante la corsa.

La trama del knit permette una traspirabilità elevata ed una dispersione del calore prodotto
dal movimento dei piedi riducendo l’umidità che si deposita nella scarpa.
Alla tomaia sono collegati 2 collarini per il passaggio dei lacci, lacci che passano attraverso
fori realizzati con il medesimo filato dei collarini, eliminando quindi anelli di materiali rigido
che mal si adattano alla struttura della lingua paralacci (TONGUE) che risulta essere sottile
e morbida conciliando il comfort di calzata al contenimento del peso complessivo della
scarpa.
lapa3
La particolare costruzione della tomaia, nella zona posteriore della scarpa, consente di
ottenere un contrafforte tallonare morbido e minimamente invasivo sul tendine Achilleo e
sul calcagno che però permette di ottenere un buon controllo delle fasi di primo appoggio
grazie al lavoro dell’intersuola e della sua particolare struttura in quella porzione della
scarpa.
lapa4
Nella porzione mediale interna della tomaia è presente il logo ENDA, che rappresenta il
puntale delle lance tipiche dei popoli Keniani, così come c’è il richiamo alla bandiera del
Kenya con 2 fettucce poste a destra e sinistra del collare dove termina il sistema di
allacciatura.
lapa5
L’intersuola è sviluppata con alcuni accorgimenti che permettono una fluidità del gesto
ideale in tutte le situazioni. E’ realizzata con un corpo centrale in EVA che permette un
ottimo dissipamento delle forze da carico nella zona mediale del piede ed è integrata da due
inserti (uno anteriore ed uno posteriore) a densità leggermente maggiorata per ottenere
appunto una dinamica di movimento corretta. L’inserto posteriore stabilizza tutto il
retropiede ed è nella porzione inferiore dell’intersuola e collabora direttamente con il leggero
collare tallonare per ottenere il miglior equilibrio tra queste 2 importanti componenti della
calzatura. L’inserto, più alto nella parte posteriore della calzatura si assottiglia verso la parte
mediale ottenendo in seconda battuta un controllo della torsione longitudinale della scarpa.
Per ottimizzare l’ammortizzazione resta uno strato di intersuola tra questo inserto le
l’intersuola di montaggio, quella che unisce la tomaia alla parte interiore della calzatura.

Nell’area del mesopiede (altezza 24 mm) c’è un solo strato di EVA che invece raddoppia sul
puntale, là dove le dita dei piedi, nella fase di stacco, imprimono la spinta finale. Questo
sottile inserto riducendo la fase di compressione dell’EVA più soffice, permette di contenere
la dispersione dell’energia a tutto vantaggio della performance di corsa.
lapa6

La Suola è in gomma solida ad alta resistenza all’abrasione che si adatta perfettamente sia
alle superfici dure come l’asfalto sia agli sterrati facili delle piste in terra battuta. La sua
disposizione sull’intersuola ed il disegno segue (anteriormente) quelle che sono le linee di
piega naturali dei piedi. Nella parte tallonare, nella porzione posteriore esterna è
leggermente rialzata per proteggere l’intersuola e garantire una durabilità maggiore.
lapa6
La soletta estraibile, in Eva leggera e sagomata ha lo scopo di ottenere comfort e concorre
all’ammortizzazione complessiva della scarpa. Come accennato all’inizio, la forma della
scarpa è tradizionale nella parte mediale e posteriore, mentre l’area anteriore, dove
alloggiano le dita ed i metatarsi è leggermente più ampia dello standard a cui si è
normalmente abituati, questo accorgimento è fondamentale per permettere alle dita dei
piedi di trovare sempre adeguato spazio nelle fasi che precedono lo stacco, quando l’area
dei metatarsi tende, abbassandosi, ad allargarsi per ottimizzare la fase di spinta. Le onde
della tomaia servono anche per rispondere alla necessità di fasciare delicatamente quella
porzione di piede.
iten2g
Infine non mancano dei dettagli riferiti alla cultura Kenyana, e oltre a quelli già evidenziati
nella tomaia (logo ENDA e bandiera Nazionale) c’è nella parte posteriore la fettuccia che
serve a facilitare la calzata che presenta disegni che richiamano disegni tipici dei tessuti
Swahili. Anche le onde della tomaia hanno un richiamo relativo al Kenia, rappresentano
infatti le onde che si formano quando sull’oceano Indiano spira vento forte verso terra.
Altro elemento strettamente legato alla cultura del Kenya è la scritta HARAMBEE impressa
nell’intersuola. Harambee (Ha-rum-bay) è il motto ufficiale del Kenya, che in lingua Swahili,
significa "mettiamoci tutti insieme" ed è usato per riferirsi a momenti in cui le comunità si
uniscono per realizzare qualcosa che gli individui non potrebbero fareda soli.
Sempre nella parte inferiore dell’intersuola, nell’incavo che parte dal tallone e arriva alla
parte mediale sono presenti dei micro solchi che rappresentano la mappa topografica della
Rift Walley.

Infine una nota sulle cartelle colore dove la varietà di colori dei modelli ENDA ed il loro
abbinamento riprende i caratteristici colori dei piumaggi di alcuni tra i più diffusi volatili
degli altipiani del Kenya.

NOTE TECNICHE → Lapatet 1.5
Scarpa Neutra
Gr.255 – 9 US man - 10,5 US woman
Drop – 6 mm
EVA Midsole & Midsole double density
Sole High density rubber
Upper light knit
Made in Kenia
2021.01.24 GG
Joomla SEF URLs by Artio
Newsletter Iscriviti per ricevere OFFERTE, SCONTI e NOVITA'!

realizzazione sito web www.sitiwebegrafica.it siti web arezzo SEO | lk | map
Saldi fino al 50%