Tel/Fax: +39 055.828315 info@motusport.it / Facebook
Triathlon mute, abbigliamento Triathlon muta, Allenamento Triathlon Bici, Triatleta - Triathlon, Mute Triathlon, Bici Triathlon, Abbigliamento Triathlon, Scarpe Triathlon, Accessori Triathlon 2xu, Zoot, x bionic
0
Passione Sportiva

Brand

Categorie

Novità sul Triathlon, Bici, Corsa e Nuoto

IRONMAN KONA 2015 : LA TOP 10 DELLE BICI E DEGLI ACCESSORI UTILIZZATI

Il week end scorso si è svolto il campionato del mondo di triathlon IronMan Kailua-Kona, Hawaii

Ecco in allegato una tabella in cui vengono analizzati le bici, i componenti e gli accessori TOP TEN a corredo degli atleti.

Dai dati ufficiali , la base statistica su cui è stato fatto il conteggio è la seguente :

 

Dati ufficiali KONA HAWAII IronMan :

  • 2167 atleti totali iscritti
  • 74% uomini = 1597 atleti
  • 26% donne = 570 atlete
  • 4% = 91 partecipanti sono atleti della categoria PRO di cui:
    • 53 uomini
    • 38 donne

 

Sensori di potenza : in grande maggioranza (458) sono stati adoperati i pedali VEKTOR di GARMIN

Pedali : i pedali più utilizzati sono stati Shimano (739) e Look (702) , ma non pochi nemmeno gli Speedplay (387)

GPS indossabili : quasi tutti Garmin (1493)

Bici : le più utilizzate sono state Cervelo (522) Trek (275) Specialized (218) Felt (153) e Argon18 (101)

Ruote : ZIPP ha fatto la parte del leone (2006)

Selle : nell'ordine ISM (732) Fizik (396) Specialized (294) e Cobb (228)

Aerobars : Profile Design (563) 3T (415) Bontrager (256) Vision (205) e Zipp (120)

Caschi : Rudy Project (639) Giro (369) Specialized (257) e Garneau (135)

Molti di questi prodotti sono commercializzati da MOTUS. Visita lo shop online www.motusport.it e www.motustriathlon.com per vedere ed acquistare alcuni tra i prodotti più utilizzati dagli atleti che hanno gareggiato nell'ultima edizione dei Campionati del Mondo Ironmna HAWAII.

TABELLA PRODOTTI TOP TEN KONA 2015

 

CAMPIONATI ITALIANI TRIATHLON OLIMPICO 2015 : CLASSIFICHE

Anna Maria Mazzetti trionfa al Campionato Italiano di triathlon olimpico 2015 e vince il tuo decimo titolo tricoloreAnna Maria Mazzetti e Davide Uccellari campioni di triathlon olimpico 2015

Sono Anna Maria Mazzetti e Davide Uccellari i nuovi campioni italiani di triathlon olimpico. Nel pomeriggio di sabato 6 giugno, a Farra d’Alpago (BL) spettacolari le gare che hanno portato all’assegnazione dei tricolori assoluti e under 23.

Oltre ai portacolori delle Fiamme Oro e delle Fiamme Azzurre, salgono sul secondo gradino del podio Sara Dossena (707), autrice di una lunga rimonta a piedi, e Massimo De Ponti (Carabinieri); completano il podio Angelica Olmo (Pianeta Acqua), junior che per il secondo anno consecutivo è anche campionessa nazionale under 23 e Luca Facchinetti (Triathlon Ravenna). Titolo under 23 maschile per Dario Chitti (CUS Parma) che chiude quinto assoluto dietro Giulio Molinari (Carabinieri).

Giornata memorabile sul Lago di Santa Croce, che fin dal primo mattino si è svegliata in veste tricolore. Alle 13.30 l’avvio della prima gara, quelle delle donne, che si tuffano in acque difficili da nuotare, a causa del forte vento.

Partenza_Donne_2

Il tratto fino alla prima boa è infatti fortemente controcorrente e le atlete faticano. Dopo il primo giro di 750 metri escono dall’acqua, per un breve tratto, Veronica Signorini (Triathlon Cremona), Angelica Olmo (Pianeta Acqua), Sara Papais (TD Rimini) e Anna Maria Mazzetti (Fiamme Oro).

È lo stesso quartetto ad entrare per primo in zona cambio, inseguito a una ventina di secondi da Ilaria Zane (DDS) e Verena Steinhauser (Triathlon Cremona).

Nella frazione di ciclismo, dopo sei giri da 6.6K e una salita di 500 metri a Villaggio Riviera, il quartetto mantiene un discreto vantaggio sul gruppo inseguitore che comprende anche Sara Dossena (707) e Giorgia Priarone (TD Rimini).

Donne_Frazione_Bici_3

Sono loro due a guidare l’inseguimento (nel frattempo si ritira, a causa di una caduta, Zane) e a recuperare un po’ di terreno sulle battistrada. Ma è nella frazione a piedi che si decide il podio tricolore.

Mazzetti prende la testa della corsa e con un ritmo decisamente sostenuto guadagna sempre più terreno. Dossena si lancia in un’infinita rimonta, che la porta in seconda posizione alla fine del terzo giro.

La vittoria è però tutta per Anna Maria Mazzetti che taglia il traguardo dopo 2:11:46; Dossena si conferma ad altissimi livelli ed è (ancora) d’argento in 2:12:41, Olmo fa suo un brillante bronzo in 2:14:30. Per lei, seguita nel podio di categoria da Priarone e Papais, arriva anche il secondo titolo Under 23 consecutivo.


Anna Maria Mazzetti trionfa al Campionato Italiano di triathlon olimpico 2015 e vince il tuo decimo titolo tricolore

«Sono proprio contenta di questo titoloè stata dura la frazione a nuoto, duro il falsopiano con il vento ancora più della salita. In bici avevamo un vantaggio che inizialmente si è assottigliato, ma poi si è stabilizzato. Continuavo a pensare, noi siamo stanche, ma anche loro lì dietro. Devo ringraziare le mie compagne di fuga, che hanno lavorato molto. Poi a piedi continuavo a chiedere il vantaggio su Dossena, sapevo che stava rinvenendo, ma quando mi sono attestata sul minuto di vantaggio, ho tenuto duro e non ho mollato.»

Anna Maria Mazzetti (Fiamme Oro), decimo tricolore tra triathlon sprint e olimpico

Per Dossena, argento agli Europei di duathlon lungo, duathlon classico, nella Coppa Europa di triathlon a Madrid e nel Campionato Europeo di triathlon medio al Challenge Rimini, l’ennesima medaglia di una stagione da incorniciare.

«Nel nuoto sono stata tanto in difficoltà, devo migliorare ancora molto, ma nel ciclismo, grazie anche al grande lavoro di Giorgia Priarone, siamo tornate sotto e poi ho potuto spingere a piedi. Voglio continuare ad insistere sulla distanza olimpica e devo continuare a lavorare sodo sul nuoto.»

Sara Dossena, portacolori del 707 Triathlon

Una prova davvero importante per Olmo, che dopo l’infortunio patito quest’inverno, arrivava dal bel terzo posto al Grand Prix di Rimini. Per il secondo anno la diciottenne, ancora categoria Junior, domina tra le under 23 e conquista un altro podio assoluto.

«Sono davvero soddisfatta per le buone sensazioni nel nuoto, dopo l’infortunio non pensavo di essere pronta invece mi sono sentita meglio rispetto a Rimini. L’obiettivo ora è fare un buon risultato all’Europeo junior di luglio in Svizzera»

Angelica Olmo (Pianeta Acqua)

Combattutissima e con diversi cambi in testa la gara maschile. Dopo i 1.500 metri di nuoto, escono dal lago in testa, tra gli altri, i carabinieri Giulio Molinari e Massimo De Ponti e Luca Facchinetti (Triathlon Ravenna).

Partenza_Uomini_2

Ma sono tutti lì, uno dietro l’altro. Come da pronostico, Molinari e Alberto Casadei (Fiamme Oro) prendono la testa del gruppo e sul finire del secondo giro vanno in fuga. Il vantaggio aumenta fino a un minuto.

I due sanno che per avere speranze di vittoria devono avvantaggiarsi il più possibile. Escono ancora davanti dalla zona cambio, ma man mano che aumentano i chilometri percorsi a piedi i due vengono risucchiati.

Uomini_Frazione_Bici_2_inseguitori

E spunta, in testa, Davide Uccellari (Fiamme Azzurre). In riva al lago è proprio “Uccio” a trionfare in 1:58:27, dietro di lui, a soli 9″, chiude Massimo De Ponti, chiude il podio Facchinetti che giunge dopo altri 22″.

Quinto assoluto e nuovo campione italiano under 23, Dario Chitti (CUS Parma) che precede, per il podio tricolore di categoria, Lorenzo Ciuti e Marco Corrà, entrambi del Minerva Roma.

«Ci tenevo proprio a vincere, era da un po’ che inseguivo questo tricolore olimpico! Dedico questo titolo ai miei genitori e al mio gruppo, le Fiamme Azzurre. Sono soddisfatto, in particolare, della frazione di nuoto, decisamente movimentata. In bici abbiamo controllato la fuga e poi a piedi ho dato tutto. Sapevo che De Ponti mi tallonava, ho capito di aver vinto solo sul rettilineo d’arrivo.»

Davide Uccellari (Fiamme Azzurre), campione italiano 2015 di triathlon olimpico

Davide Uccellari taglia per primo il traguardo e vince il titolo itailano di triathlon olimpico 2015

Davide Uccellari taglia per primo il traguardo e vince il titolo itailano di triathlon olimpico 2015

Soddisfatti sia De Ponti, autore di una bella frazione a piedi in rimonta, sia Facchinetti che ancora una volta ha dato il meglio in una gara “tosta”.

«Dopo due anni veramente difficili, come under 23, quest’anno sto raccogliendo tante soddisfazioni. Tre podi in tre settimane e oggi sono andato alla grande, anche se temevo di essere un po’ stanco per le altre due gare. Ora dovrei essere convocato per gli Europei Under 23 in Spagna e spero di fare anche un po’ di Coppa del mondo.»

Dario Chitti (CUS Parma), vincitore del titolo italiano Under 23

Non è partito invece il campione in carica Alessandro Fabian, fermato da un problema al ginocchio.

«Mi è dispiaciuto non difendere il mio titolo, puntavo a conquistare il settimo tricolore e tra l’altro il trevigiano e il bellunese ormai mi hanno adottato. Oggi faccio i complimenti al mio successore, Davide Uccellari. Io vorrei tornare in gara per metà luglio in occasione degli Europei in Svizzera».

Alessandro Fabian (Carabinieri), sei volte tricolore di triathlon

La sintesi di 45 minuti della gara sarà messa in onda, su Rai Sport 1, a partire dalle ore 21 di domenica 7 giugno, con il commento giornalistico di Enrico Cattaneo e l’affiancamento tecnico di Alessandro Fabian. Sarà inoltre dedicato un breve servizio sulla manifestazione durante la trasmissione Domenica Sportiva Estate, in onda sempre domecnica su Rai Sport 1.

Ma intanto tutto è pronto anche per la seconda giornata di gare, il Triathlon Sprint valido per il Rank (750 metri a nuoto, 20 km in bicicletta e 5 km a piedi).

Il programma prevede dalle 8 alle 9.15 il ritiro della busta tecnica; dalle 9 alle 10.00 l’apertura della zona cambio; la partenza (batteria unica) è fissata alle 10.30; Alle 13 si terranno le premiazioni.

Accanto a GP Triathlon e Silca Ultralite (con supporto di Maratona di Treviso e patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Belluno e Comune di Farra d’Alpago) nell’organizzazione del weekend tricolore ci sono Ecobox, Giancol, Vivisport, Silca, Méthode, Ca’ Salina, PaleXtra, Piovesana e Banca Prealpi, oltre agli sponsor federali Arena, Brooks e Keforma e ai “Fitri Friends” CZ e Tenute dell’Olivastro.

Fonte: comunicato Silca Ultralite Triathlon

 

CLASSIFICA

(completa qui)

ASSOLUTO UOMINI

1 UCCELLARI DAVIDE G.S. FIAMME AZZURRE ITA EL M 01:58:27
2 DE PONTI MASSIMO C.S.CARABINIERI ITA EL M 01:58:36
3 FACCHINETTI LUCA T. T. RAVENNA ITA S2 M 01:58:58
4 MOLINARI GIULIO C.S.CARABINIERI ITA EL M 01:59:05
5 CHITTI DARIO CUS PARMA MEDEL ITA S1 M 01:59:15
6 CASADEI ALBERTO G.S. FF.OO. ITA EL M 01:59:21
7 CIUTI LORENZO A.S.MINERVA ROMA ITA S1 M 02:00:06
8 CORRA’ MARCO A.S.MINERVA ROMA ITA S1 M 02:00:21
9 ALESSANDRONI ALBERTO G.S. FF.OO. ITA EL M 02:00:38
10 DE PONTI ANDREA FRIESIAN TEAM ITA S1 M 02:00:50

ASSOLUTO DONNE

1 MAZZETTI ANNAMARIA G.S. FF.OO. ITA EL F 02:11:46
2 DOSSENA SARA 707 ITA S3 F 02:12:41
3 OLMO ANGELICA PIANETA ACQUA ITA JU F 02:14:30
4 PRIARONE GIORGIA T.D. RIMINI ITA S1 F 02:14:51
5 PAPAIS SARA T.D. RIMINI ITA S1 F 02:15:25
6 STEINHAUSER VERENA TRIATHLON CREMONA ST ITA S1 F 02:16:14
7 SIGNORINI VERONICA TRIATHLON CREMONA ST ITA S2 F 02:19:31
8 PARODI FEDERICA A.S. VIRTUS ITA JU F 02:21:22
9 FIORAVANTI ILARIA A.S.MINERVA ROMA ITA S1 F 02:24:15
10 SCARPETTA SILVIA CANOTTIERI NAPOLI ITA S2 F 02:31:53

UNDER 23 UOMINI

1 Dario Chitti (CUS Parma) 1h59’15”
2 Lorenzo Ciuti (Minerva Roma) 2h00’06”
3 Marco Corrà (Minerva Roma) 2h00’21”

UNDER 23 DONNE

1 Angelica Olmo (Pianeta Acqua) 2h14’30”
2 Giorgia Priarone (TD Rimini) 2h14’51”
3 Sara Papais (TD Rimini) 2h15’25”

 

INPOWER : NUOVO MISURATORE DI POTENZA ROTOR

E' in vendita da MOTUS il nuovo misuratore di potenza di casa ROTOR. Disponibile in versioni differenti, il nuovo misuratore di potenza è utilizzabile nelle varie discipline del ciclismo : MTB, ROAD, TRIATHLON.
Quello che e' importante e' dentro: il nuovo INpower di ROTOR e' basato sul principio della misurazione sull'asse del movimento centrale.
ROTOR Bike Components ha lanciato in questi giorni una nuova categoria di misuratore di potenza molto innovativa basato sul suo asse del movimento denominato INpower.
Grazie allo incapsulamento della propria tecnologia dentro al movimento centrale, INpower e' protetto dagli urti, dalle cadute , e dai contaminanti esterni e inoltre mantiene l'estetica originaria della mtb.
Nel futuro prossimo tutte le pedivelle di alta gamma, avranno con loro anche un misuratore di potenza.
Grazie alla posizione dentro al telaio, INpower puo' convertire ogni pedivella ROTOR in un misuratore di potenza basato sul principio dell'asse, che e' in grado di soddisfare le esigenze di mountain bikers, 'cross racers, e triatleti, come gia' fanno gli stradisti da tempo.
Analogamente al prodotto di punta di ROTOR ovvero il QRings, anche INpower ha caratteristiche uniche come TORQUE 360 e l'analisi della pedalata Optimum Chainring Angle (OCA), che aiuta i ciclisti a capire precisamente e accuratamente le variazioni delle forze nella forza della pedalata.
TORQUE 360 e i valori di OCA permettono ai ciclisti di orientare bene i loro QRings attorno alle caratteristiche distintive della pedalata cosi da ottenere vantaggio delle zone piu produttive.
'Volevamo creare un misuratore di potenza che superasse i trend recenti nella tecnologia dei misuratori e che potesse essere usato in altre discipline,' ha dichiarato Pablo Carrasco, capo R&D di ROTOR e inventore di INpower.
'Allo stesso tempo abbiamo voluto accopiare i benfits delle QRings e costruire un misuratore di potenza sofisticato ma che potesse venire usato facilmente se comparato con altri misuratori di potenza.'
Caratteristiche INnovative e metrica INtelligente
INpower usa una batteria standard AA e viene equipaggiato con un sistema dell'asse UBB30, con diametro da 30 mm che e' compatibile con praticamente tutti i telai sul mercato.
In quanto INpower misura i dati nella gamba sinistra, i ciclisti che hanno gia' un set di pedivelle ROTOR hanno la opzione di acquistare il solo braccio sinistro e installarsela da soli con l'ausilio del manuale.
Per il fatto che e' centrata nell'asse del movimento centrale, INpower ottiene dati piu puliti e grande accuratezza grazie al protocollo ANT+™ senza avere interruzioni e fluttuazioni legate alla temperatura.
Una metrica sofisticata con la Efficacia Torque e la rotondita' di Pedalata determinano il grado di torsione totale contro la torsione positiva e la potenza media verso la potenza massima rispettivamente.
Sviluppata e testata IN competizione, disponibile per tutti i ciclisti
Le ambizioni di ROTOR sono state di dedicare INpower sia per l'uso di team professionistici come MTNQhubeka
/b Samsung, MMR e Rocks & Co. MTB teams, oltre che una varieta' di tema di elite del triathlon.
ROTOR ha inoltre presentato il suo nuovo INpower anche su un microsito dedicato, un documento ufficiale intitolato ' Technology in Training: refining the pursuit of physiological gains,' e in diversi video sul web visibili su  inpower.rotorbike.com o sul canale YouTube di ROTOR.
Ecco qui il manuale d'uso e le specifiche tecniche di ROTOR INPOWER :
 
 

TRIATHLON SPRINT COLLE DI VAL D'ELSA - EDIZIONE 2015

Vincono Pieri tra gli uomini e Monacchini tra le donne. Anatriello Top Five assoluti e 1° di Categoria S4 – Provvedi (64°) 1° di categoria M3.

Si è chiusa con corale riconoscimento ed unanime attestazione di consensi la quarta edizione (2015) del “Triathlon della Valdelsa”, gara su distanza sprint (750 metri nuoto, 20 km ciclismo e 5 km podismo), organizzata dalla Olimpiacolle Fun S.S.D. di Colle Val d’Elsa (SI) ed andata in scena Domenica 07 Giugno (2015 – ndr).
Una edizione importante, celebrativa del 50° anniversario dalla Fondazione della Polisportiva Olimpiacolle, e per la quale il Comitato Organizzativo ha profuso il massimo dell’impegno ed investito tutte le risorse a propria disposizione al fine di fornire il miglior servizio possibile per rendere onore al Nome della Storica Società Valdelsana.
Un 50° anniversario che è stato festeggiato alla presenza di un folto pubblico che ha gremito le tribune ed il prato adiacenti la Piscina Olimpia (vasca olimpionica da 50 metri) nonché le strade limitrofe allo svolgimento delle varie frazioni durante tutte le fasi della gara.
Eccellente il riscontro numerico (gara sold out con oltre 150 iscritti) ed il target qualitativo degli atleti al via.
La gara maschile è stata vinta da Federico Pieri (Lucca Triathlon) che ha avuto la meglio su Luca Borgianni (La Fenice Triathlon) e Sandro Maria Crocelli (CCP ASD).
Senza storia la gara femminile con la giovane Elisa Monacchini (Vis Cortona) che ha goduto della compagnia di Nicole Olivari (Triathlon Bergamo) fino al termine della frazione natatoria, salvo poi involarsi nelle successive frazioni di ciclismo e podismo fino a giungere indisturbata al traguardo con oltre tre nove minuti di vantaggio sull’atleta appartenente alla compagine bergamasca. Al terzo posto Patrizia Gollini.
Il Comitato organizzatore nel ringraziare tutti gli intervenuti e gli atleti partecipanti dà l’appuntamento all’edizione 2016 del Triathlon della Valdelsa.

ELBAMAN 2015 : LE CLASSIFICHE

Si è disputata domenica 27 settembre la consueta edizione annuale del triathlon long distance ELBAMAN, nella doppia distanza Half Ironman e Ironman.
Sulla mezza distanza ha vinto la competizione maschile lo svizzero Gabriel Hopf (04:49:02.41). Si è aggiudicata la prova femminile l'atleta del Tri Evolution Marta Bernardi (05:15:54.08)
Sulla distanza regina, Ironman Full distance, il dominatori è stato il belga Berlage Lucky che con lo stratosferico crono di 09:26:15.07 ha distanziato di oltre 1 ora il secondo classificato . Prima delle Ironwomen è stata invece la teutonica Engelke Horn Carolin che ha chiuso la sua fatica con il tempo di 11:40:03.26.
Sotto le calssifiche complete :
 
classifica half ironman men
classifica half ironman women
 
classifica ironman men
classifica ironman women
 

TRIATHLON SPRINT DI PIACENZA 2015 : RISULTATI E CLASSIFICHE

Si è svolto domenica 24 maggio il Triathlon di Piacenza su distanza sprint. I triathleti maschili giunti al traguardo sono stati 193. Nella categoria femminile le atlete che hanno concluso la gara sono state 36. Tra gli uomini ha vinto la competizione il veterano (seppur giovane) del triathlon italiano IVAN RISTI , portacolori del team DDS. Lo hanno seguito sul podio maschile Andrea Pederzolli (CUS TRENTO) e il giovanissimo (JU) Matias Montenegro (LOS TIGRES). Le atlete donne sono state regolate al traguardo dalla forte atleta del team 707, Elisa Battistoni, la quale ha preceduto nell'ordine due atlete del PIACENZA TRI VIVO , Alice Saltarelli e Tania Molinari.
 
Per le classifiche complete clicca qui di seguito :
 
Classifica generale MASCHILE
 
Classifica generale FEMMINILE

CLASSIFICHE TRIATHLON OLIMPICO BRASIMONE 2015

TRIATHLON OLIMPICO – BRASIMONE 20/07/2014 – LAGO DI BRASIMONE

La prova, su distanza “Olimpica” (1,5 km nuoto, 40 km ciclismo e 10 km podismo) era “no draft”, ossia con divieto di scia nella frazione ciclistica. Percorsi suggestivi con la frazione natatoria che si è svolta nello specchio d’acqua della Diga dell’Enea (ENEL), quella ciclistica su un percorso impegnativo costituito da una prima parte in discesa (molto tecnica) e resa pericolosa dall’asfalto in non perfette condizioni, ed a seguire da una salita di 11 km dal dislivello importante. La frazione podistica ha avuto come scenario il lungolago di Brasimone.
Kermesse molto partecipata (450 atleti al via, 400 uomini e 50 donne) e dal livello qualitativo elevato, con la presenza di atleti qualificati nel giro della Nazionale.

UOMINI
1 1 1 BIAGIOTTI MANUEL FRIESIAN TEAM EL 0 1 2:09:54 —
2 2 173 BERTACCINI LUCA ZONA CAMBIO S3 0 2 2:15:39 +0:05:44
3 3 3 PIERI FEDERICO LUCCA TRIATHLON ASD S1 0 3 2:17:17 +0:07:23
4 4 7 CIOTTI EMANUELE FORHANS TEAM S3 1 4 2:17:47 +0:07:53
5 5 5 RISPOLI ALESSIO SBR 3 S2 1 5 2:18:22 +0:08:28
6 6 9 GOMIERO DAVIDE G.P. TRIATHLON S2 2 6 2:20:14 +0:10:20
7 7 20 LUCACCIONI EMANUELE PERUGIA TRIATHLON S4 1 7 2:20:27 +0:10:33
8 8 14 CUCCI’ EMILIANO CANOTTIERI NAPOLI S1 1 8 2:20:36 +0:10:42
9 9 33 ALVISI IURI TRIATHLON FAENZA S4 2 9 2:21:04 +0:11:09
10 10 10 PASQUARELLA ALBERTO EDERATRIATHLONFORLI’ M1 1 10 2:21:25 +0:11:31

DONNE
1 1 321 BATTISTONI ELISA 707 S3 0 1 2:26:18 —
2 2 322 PERONCINI ELEONORA CUS PARMA MEDEL S2 0 2 2:34:56 +0:08:37
3 3 323 BERTELLE ANNALISA G.P. TRIATHLON S2 0 3 2:36:48 +0:10:30
4 4 324 RAZZI ELISA ATOMICA TRIATHLON S3 1 4 2:38:23 +0:12:05
5 5 329 CECCHETTO ELENA A3 M1 1 5 2:44:03 +0:17:44
6 6 330 POLI FRANCESCA S.N. CASTIGLIONE S3 2 6 2:45:27 +0:19:09
7 7 331 KOULTCHENKOVA MARIA ATLETICA MANARA S4 1 7 2:47:40 +0:21:21
8 8 326 SARTI GESSICA TRIATHLON FAENZA M1 2 8 2:49:27 +0:23:08
9 9 345 GIANGRANDI CHIARA LUCCA TRIATHLON ASD M1 3 9 2:51:37 +0:25:18
10 10 332 COMPARIN JESSICA FERALPI TRIATHLON S4 2 10 2:52:09 +0:25:50

CLASSIFICA COMPLETA : CLICCA QUI

 

CHALLENGE RIMINI TRIATHLON MEDIO : LE CLASSIFICHE

 

CHALLENGE RIMINI 3^ edizione, Campionato Europeo ETU Triathlon 113 (1.9-94-21.1K)

La terza edizione del triathlon Half Distance di Rimini (circuito Challenge Triathlon) era valida come Campionato europeo ETU di specialità. La competizione si è disputata domenica 24 maggio, con grandissima affluenza da parte di atleti italiani ed europei. Ospaly e Lehtonen sono i nuovi campioni europei 2015 del triathlon half distance.
ELITE UOMINI

1 OSPALY FILIP EL 1 CZE-CZECH REPUBLIC 00.24.48 02.23.15 01.14.11 04:06:14.10
2 MOLINARI GIULIO EL 2 C.S.CARABINIERI 00.24.43 02.21.22 01.16.48 04:07:23.90
3 AERNOUTS BART EL 3 BEL-BELGIQUE 00.28.08 02.21.53 01.13.54 04:08:09.80
4 WILD RUEDI EL 4 SUI-SVIZZERA 00.26.16 02.23.32 01.13.55 04:08:12.90
5 STEGHER THOMAS EL 5 AUT-AUSTRIA 00.28.07 02.22.35 01.18.24 04:13:46.70
6 PARIENKO ARTEM EL 6 RUS-RUSSIA 00.26.15 02.25.03 01.18.49 04:14:18.30
7 CIAVATTELLA JONATHAN EL 7 C.S.ESERCITO 00.24.51 02.26.16 01.18.36 04:14:23.50
8 ALESSANDRONI ALBERTO EL 8 G.S. FF.OO. 00.24.52 02.26.22 01.19.52 04:15:25.20
9 VIENNOT CYRIL EL 9 FRA-FRANCE 00.27.58 02.25.47 01.17.58 04:16:18.60
10 NICHOLLS RITCHIE EL 10 PPRTEAM 00.26.16 02.32.17 01.14.21 04:16:50.10
11 VISTICA ANDREJ EL 11 CRO-CROAZIA 00.28.10 02.25.29 01.18.43 04:17:20.50
12 DIRKSMEIER PATRICK EL 12 GER-GERMANY 00.24.52 02.32.05 01.19.22 04:20:47.40
13 VAN HOUTEM TIMOTHY EL 13 BEL-BELGIQUE 00.31.33 02.30.05 01.20.14 04:26:52.60
14 CECCARELLI MATTIA EL 14 DDS 00.24.38 02.21.33 01.36.09 04:27:03.10
15 YAROSHENKO NIKOLAY EL 15 RUS-RUSSIA 00.24.44 02.36.04 01.21.40 04:27:25.20
16 SIMKO PAVEL EL 16 SVK-SLOVACCHIA 00.27.02 02.34.59 01.22.17 04:28:28.50
17 BRADER CHRISTIAN EL 17 PPRTEAM 00.29.21 02.38.22 01.19.10 04:31:30.20
18 WILLIAMS BRAD EL 18 USA-U.S.A. 00.31.44 02.36.02 01.19.47 04:32:34.20
20 DVORAK LADISLAV EL 19 CZE-CZECH REPUBLIC 00.27.03 02.40.12 01.21.05 04:32:56.40

ELITE DONNE

1 LEHTONEN KAISA EL 1 FINLANDIA 00.29.57 02.43.44 01.23.08 04:41:14.30
2 DOSSENA SARA EL 2 707 00.31.04 02.51.26 01.19.02 04:46:39.80
3 RAW VANESSA EL 3 PPRTEAM 00.28.07 02.51.08 01.26.40 04:51:07.10
4 SANTIMARIA MARGIE EL 4 G.S. FF.OO. 00.27.54 02.51.23 01.31.35 04:55:58.80
5 DOGANA MARTINA EL 5 FORHANS TEAM 00.31.02 02.51.29 01.28.27 04:56:17.40
6 POTUCKOVA EVA EL 6 CZE-CZECH REPUBLIC 00.28.02 02.52.15 01.31.14 04:56:26.00
7 PRIARONE GIORGIA EL 7 T.D. RIMINI 00.30.51 02.52.13 01.28.33 04:56:52.10
8 DMITRIEVA OLGA EL 8 RUS-RUSSIA 00.27.52 03.03.45 01.26.42 05:04:23.30
10 HARESIGN ELEANOR EL 9 GBR-GREAT BRITAIN 00.33.02 02.54.41 01.32.48 05:06:05.90
11 KOMANDER EWA EL 10 POL-POLONIA 00.31.04 02.52.39 01.42.58 05:11:44.80
12 GRUBER ELISABETH EL 11 AUT-AUSTRIA 00.33.21 03.07.40 01.25.17 05:12:04.50
13 GÖRTZ BEATE EL 12 GER-GERMANY 00.39.23 02.54.35 01.33.22 05:12:31.10
20 MILICIC ZELJKA EL 13 CRO-CROAZIA 00.31.04 03.09.13 01.37.50 05:23:41.10

 
 

1O° TRIATHLON ALPE D'HUEZ : RISULTATI E CLASSIFICHE

Si è corso il 31 luglio, la 10^ edizione dell’Alpe d’Huez Triathlon sulle distanze di 2.2K di nuoto, 115K di bici e 22K di corsa e 877 sono stati i finisher.

La vittoria finale è andata al francese Arnaud Guilloux e alla britannica Emma Pooley. Nutrita la pattuglia azzurra degli #ITAFinisher, tra cui si sono messi in evidenza Pierluigi Senor, primo italiano e 22° assoluto; Giovanni Canapini vincitore della categoria M50-54; Michela Menegon, prima delle ragazze e quinta del suo AG; e Luisa Fumagalli, argento di categoria.

Nutrito il gruppo degli atleti senesi al traguardo di questa bellissima competizione : oltre ai già citati Canapini e Menegon, da segnalare anche le buone prestazioni di David Mattei e Pierantonio Daniele

 

UOMINI
Arnaud GUILLOUX (FRA), 5h55’14
James CUNNAMA (RSA), 5h57’04
Scott DEFILIPPIS (USA), 5h57’27
Sven VAN LUYCK MAN (BEL), 5h58’34
Colin ARROS (FRA), 5h59’02

DONNE
Emma POOLEY (GB) 6h21’48
Mary Beth ELLIS (USA) 6h27’45
Jeanne COLLONGE (FRA)6h36’07
Ester HERNANDEZ (ESP) 6h55’34
Carrie LESTER (AUS) 7h03’51

CLASSIFICA COMPLETA : CLICCA QUI

 

CLASSIFICA 27^ TRIATHLON DI CALDARO : VINCE MOLINARI

Il Carabiniere Giulio Molinari conquista per la terza volta Caldaro sabato 9 maggio, vincendo la 27^ edizione dell’omonimo triathlon olimpico facendo segnare anche il nuovo record del percorso.

Niente da fare per Alessandro Degasperi (CUS Trento), rientrato alle gare sette giorni fa, e il francese Thomas André che arrivano uno dietro l’altro a più di 3′ di distacco dal vincitore; si ferma ai piedi del podio Csaba Rendes, l’ungherese del Triathlon Cremona Stradivari.

Tra le donne, vittoria transalpina grazie ad Anne Tabarant che scappa via nel nuoto e non viene più ripresa; Tabarant taglia il traguardo con 1’24” di vantaggio.

In seconda posizione conclude Giorgia Priarone (TD Rimini) al termine di una bella rimonta cominciata subito dopo un nuoto in cui ha pagato quasi 2′ di gap rispetto alla leader francese.

A completare il podio, bella prova di Ilaria Zane (DDS) che supera e stacca la tedesca Renate Forster.

UOMINI

1 MOLINARI GIULIO S2 1 C.S.CARABINIERI 00:19:34 00:58:52 00:33:26 01:53:01.10
2 DEGASPERI ALESSANDRO S4 1 CUS TRENTO CTT 00:21:24 01:00:54 00:32:22 01:56:02.50
3 THOMAS ANDRE´ S2 2 FRANCE 00:19:58 01:02:25 00:32:30 01:56:05.30
4 RENDES CSABA S3 1 TRIATHLON CREMONA ST 00:19:48 01:02:36 00:32:54 01:56:28.60
5 BAJAI PETER S3 2 HUNGARY 00:20:00 01:02:29 00:35:51 01:59:25.00
6 PEDERZOLLI ANDREA S2 3 CUS TRENTO CTT 00:19:54 01:02:12 00:36:10 01:59:36.30
7 BUFFA NICOLA S3 3 A3 00:22:23 01:02:41 00:35:08 02:01:56.10
8 PATRCEVIC DEJAN M1 1 CROATIA 00:21:57 01:03:24 00:35:29 02:02:13.00
9 STEINWANDTER MANUEL S1 1 LC BOZEN 00:22:10 01:03:15 00:36:07 02:02:47.30
10 KIPNICK MARTIN S1 2 GERMANY 00:23:47 01:03:23 00:34:27 02:03:00.40

DONNE

1 TABARANT ANNE S3 1 FRANCE 00:20:38 01:09:12 00:38:44 02:09:48.50
2 PRIARONE GIORGIA S1 1 T.D. RIMINI 00:22:32 01:09:36 00:37:51 02:11:12.30
3 ZANE ILARIA S1 2 DDS 00:21:01 01:13:56 00:37:52 02:14:13.60
4 FORSTNER RENATE S4 1 GERMANY 00:21:35 01:12:05 00:41:00 02:16:41.70
5 GAIARDELLI MARTA M1 1 G.S. FIAMME AZZURRE 00:22:42 01:12:16 00:40:30 02:16:52.10
6 TESSARO MICHELA S4 2 PPRTEAM 00:22:43 01:13:11 00:42:29 02:20:16.30
7 TRAZZI BARBARA M1 2 VERONA TRIATHLON 00:27:56 01:14:26 00:41:16 02:25:43.20
8 ANGERER DOMINIQUE S4 3 AUSTRIA 00:25:49 01:15:49 00:42:48 02:26:05.90
9 BALLESTRI GIULIA S2 1 MODENA TRIATHLON 00:25:31 01:14:00 00:45:09 02:26:16.30
10 TESSARO EVELYN S3 2 ASD TRIATHLON 3V 00:24:10 01:17:03 00:44:03 02:27:21.30

CLASSIFICHE COMPLETE QUI :

maschile

femminile

GARMIN : NUOVO GPS BIKE COMPUTER EDGE 520

A fine Luglio inizieranno le consegne del nuovo GPS BIKE COMPUTER di GARMIN : EDGE 520

Il GPS bike computer che ti aiuta a competere e a confrontarti

 

 

Edge 520 in partnership con Strava

 

Edge 520 è il primo GPS bike computer compatibile con i segmenti Strava6. Include inoltre una versione di prova a Strava Premium di 1 mese. 

Allenamento con Edge

Edge 520

Hai bisogno di un motivazione per completare gli ultimi chilometri sui rulli durante il tuo allenamento indoor? Edge 520 offre questa innovativa funzione quando associato a rulli con protocollo ANT+. Per esempio, nel caso desiderassi allenarti con una potenza media di 240 watt, è sufficiente impostare l'obiettivo su Edge 520, iniziare a pedalare e i rulli si regoleranno automaticamente in base al tuo obiettivo. Puoi anche seguire un percorso creato da un altro ciclista e scaricarlo da Garmin Connect, gareggiando virtualmente contro l’atleta con il quale vuoi confrontarti, perchè i rulli regoleranno la resistenza della pedalata in base ai dati di pendenza e altimetria del percorso scaricato.

Associato a un sensore di potenza, Edge 520 ti offrirà un'altra serie di funzioni, come il rilevamento FTP soglia di potenza ed i watt/kg, e le dinamiche di ciclismo². Un test di soglia di potenza integrato nello strumento ti aiuterà a stabilire il tuo dato di riferimento da tenere durante il tuo allenamento sui rulli o su strada. Associa la fascia cardio³ e il 520 calcolerà di conseguenza la stima del tuo VO2 max e il tempo di recupero post-corsa, che indica quanto tempo deve trascorrere prima che tu possa affrontare un altro sforzo impegnativo.

Ampio display

Edge 520 non accetta compromessi quando si tratta dello schermo: 2,3 pollici a colori ad alta risoluzione. Abbiamo ottimizzato lo schermo in modo che tu possa ottenere il massimo dalla visualizzazione tenendo conto della dimensione compatta del 520. Apprezzerai inoltre la nitidezza dello schermo in tutte le condizioni di illuminazione.

Una bici sempre connessa

Edge 520 è compatibile con i sensori ANT+, incluso il radar per bici Varia e le luci per bici Varia4, la velocità, la cadenza, la frequenza cardiaca, i telecomandi Edge e VIRB® e le bilance compatibili. Si integra anche con i sistemi di cambio elettronico Shimano Di25 per visualizzare la marcia corrente sullo schermo. Edge 520 è inoltre compatibile con i contatori di potenza ANT+, inclusi quelli della serie Vector.

Smartphone e connettività

Se associato a un telefono compatibile e all'app Garmin Connect™ Mobile, Edge 520 offre il rilevamento in tempo reale, gli avvisi relativi allo smartphone, la condivisione sui social media, il meteo e i caricamenti wireless. Una volta completata la corsa, i dati possono essere inviati automaticamente a Garmin Connect™, la nostra community online in cui puoi salvare, pianificare e condividere le tue corse in bici.

Percorri sentieri inesplorati

Il fattore di forma robusto e compatto e la durata della batteria fino a 15 ore dell'Edge 520 lo rendono perfetto per le avventure fuori dai sentieri battuti. È inoltre compatibile con i satelliti GPS e GLONASS, per utilizzare altre opzioni di segnale, ovunque tu sia diretto.


¹Se associato a un telefono compatibile.
²Se utilizzato con un contatore di potenza Vector o Vector 2.
³Incluso in alcuni modelli, venduto separatamente in altri.
4Con un futuro aggiornamento software.
5Compatibile con i sistemi di cambio elettronici Shimano Di2 con funzione di gestione dei dati Shimano D-Fly.
6 Solo nella versione Premium a partire dal 20 Luglio 2015

Cusioman Triathlon 2015 a Francesca Tibaldi e Luca Bonazzi

Giornata perfetta domenica 10 maggio a Pettenasco, sul Lago d’Orta, per la prima edizione di Cusioman curata dallo staff organizzativo di Eco Race Events, in collaborazione con Cusio Cup, storico team ideatore della manifestazione.

Il primo uomo a uscire dalla frazione natatoria è Leonardo Ballerini del Triathlon Cremona Stradivari, che, con il parziale di 20’51”, si porta in T1 con 2’30” di vantaggio.

Tra le donne è invece Luisa Fumagalli del Forhans Team la più veloce nel tracciato in acqua di 1.6K con un parziale di 28’30”, seguita a 20″ da Francesca Tibaldi (Liger Team Keyline)

In bicicletta lo scenario cambia di poco: Ballerini entra in T2 per primo con 3′ di vantaggio su Luca Bonazzi (Freezone), mentre risale in terza posizione l’idolo di casa, vincitore della edizione 2014, Stefano Luciani (Cusiocup), capace di una frazione bike di quasi 2’20” più veloce dei battistrada.

Tra le donne, sui pedali è Tibaldi a far segnare il miglior crono, dietro di lei inseguono a quasi 5′ Alice Leandro (Desenzano Triathlon) e Fumagalli.

Forte di una frazione podistica ad altissime frequenze, Bonazzi prende la testa e vince in solitaria il Cusioman 89.6 Triathlon 2015.

Per lui un crono finale di 3:15:56, con Ballerini che si deve accontentare del secondo gradino, a 3’29” dal vincitore; bronzo per Stefano Luciani che arriva dopo altri 2’10”.

A seguire arrivano Pierluigi Senor, Davide Rossetti, Francesco Melissano, Fabio Premoli, Fausto Fognini, Giacomo Giovenali e Francesco Figini.

Nella graduatoria femminile, Tibaldi si limita ad amministrare il vantaggio accumulato in sella e vince agevolmente la gara con il tempo finale di 1’09” sotto le 4 ore.

Ottima frazione run per Leandro che recupera 2′ e mantiene saldamente il secondo gradino del podio chiudendo in 4:01:22. Gradino basso del podio per Fumagalli che si difende dal rientro dall’azzurra di ultramaratona, ora anche triatleta, Francesca Marin.

Completano la top ten, Camilla Madiai, Danielle Kurpershoek, Doris Bernardino, Roberta Giolitto, Marina Brugnetti e Paola Piera Macchi.

Nelle staffette, vittorie per il Phisio Sport Lab con Cristiano Tara, Christopher Ronzani ed Egidio Mancin e per Letizia Gabella, Simona Bailo e Francesca Ravarotto.

 

UOMINI

1 1 1 LUCA BONAZZI FREEZONE ita M1 1 3:15:56
2 2 2 LEONARDO BALLERINI RASCHIANI TRI PAVESE ita S3 2 3:19:25 +3:29
3 3 111 STEFANO LUCIANI CUSIOCUP ita S4 3 3:21:35 +5:39
4 4 3 PIERLUIGI SENOR CUS TORINO TRIATHLON ita S3 1 4 3:25:34 +9:38
5 5 7 DAVIDE ROSSETTI TEAM BIKE GUSSAGO AS ita S2 1 5 3:26:07 +10:11
6 6 99 FRANCESCO MELISSANO FORHANS TEAM ita S4 1 6 3:26:53 +10:57
7 7 8 FABIO PREMOLI DESENZANO TRIATHLON ita M1 1 7 3:27:57 +12:01
8 8 6 FAUSTO FOGNINI POOL CANTU’ 1999 A.S ita S3 2 8 3:29:21 +13:26
9 9 119 GIACOMO GIOVENALI FREEZONE ita M1 2 9 3:30:04 +14:08
10 10 12 FRANCESCO FIGINI POOL CANTU’ 1999 A.S ita S3 3 10 3:31:11 +15:15

DONNE

1 1 184 FRANCESCA TIBALDI LIGER TEAM KEYLINE ita M1 1 3:58:51
2 2 171 ALICE LEANDRO DESENZANO TRIATHLON ita S3 2 4:01:22 +2:31
3 3 172 LUISA FUMAGALLI FORHANS TEAM ita M1 3 4:08:03 +9:13
4 4 173 FRANCESCA MARIN BUSTO ARSIZIO A.R.C. ita S4 1 4 4:10:08 +11:17
5 5 192 CAMILLA MADIAI FREEZONE ita S3 1 5 4:32:04 +33:14
6 6 182 DANIELLE KURPERSHOEK DDS ned S3 2 6 4:40:05 +41:14
7 7 187 DORIS BERARDINO CUSIOCUP ita M2 1 7 4:41:00 +42:09
8 8 174 ROBERTA GIOLITTO A.S. VIRTUS ita M2 2 8 4:44:41 +45:50
9 9 185 MARINA BRUGNETTI BUSTO ARSIZIO A.R.C. ita M1 1 9 4:45:44 +46:53
10 10 188 PAOLA PIERA MACCHI BUSTO ARSIZIO A.R.C. ita M3 1 10 4:47:34 +48:44

 

CLASSIFICHE COMPLETE :

maschile

femminile

staffette

 (da FCZ.it) Fonte: comunicato Eco Race Events

X-BIONIC : Maratona dles Dolomites 2015

MARATONA DLES DOLOMITES 2015 CORVARA (BZ) 3-4-5 LUGLIO
L'attesa sale per la 29° edizione della Maratona dles Dolomites,che si svolgerà domenica 5 Luglio nel paradiso delle dolomiti .  X-Bionic leader nel settore dell'abbigliamento tecnico funzionale, non ha voluto mancare all'appuntamento e in qualità di sponsor  offrirà a tutti i suoi partecipanti un prodotto tecnico ed esclusico  per agevolare le fatiche dei ciclisti; WALLABY MARATONA DLES DOLOMITES, innovazione concentrata per la massima termoregolazione. Vi aspetiamo in zona Expo per mostrarvi le ultime tecnologie applicate alla linea Bike Wear.
 
 
 

SCOTT KINABALU : DOPPIO PODIO SCOTT ALLA SKYRUNNING WORLD SERIES

DOPPIO PODIO SCOTT ALLA

SKYRUNNING

WORLD SERIES


Gli atleti SCOTT protagonisti assoluti della Msig Sai Kung di Hong Kong,la gara valida come campionato asiatico di skyrunning che ha inaugurato le World Series.

 

Splendida vittoria di ELISA DESCO che con un tempo di 3h41’02” ha preceduto l’ italiana Stephanie Jimenez di 43”.

Una prova autorevole quella della campionessa del mondo che ha confermato di attraversare un grande periodo di forma testimoniato dalle ripetute vittorie in tutta Europa tra gennaio e febbraio nelle prove di preparazione.

Poteva arrivare un’altra vittoria dalla prova maschile, ma Marco De Gasperi che comandava la gara ha sbagliato percorso a metà gara venendo superato dal giapponese Dai Matsumoto,andato poi a vincere in 2h49’23” e dall’altro nipponico Yoshihito Kondo, secondo a 2’18”. Per il portacolori SCOTT comunque più che positivo terzo posto a 5’09”.

Ecco come ha commentato Marco: “Gara molto tecnica e difficile a Hong Kong alla prova Continental di Skyrunning delle World Series 2015. Terzo posto dietro la coppia di forti skyrunners giapponese Dai Matsumoto e Yoshihito Kondo. Delusione per aver sbagliato strada quando ero in testa da solo a metà gara. Buona esperienza, ma ho ancora bisogno di imparare ad evitare - a 38 anni - questi errori!

Entrambi hanno corso con SCOTT T2 KINABALU

 


 

DOPPIO PODIO SCOTT ALLA SKYRUNNING

WORLD SERIES

 

 

Gli atleti SCOTT protagonisti assoluti della Msig Sai Kung di Hong Kong,la gara valida come campionato asiatico di skyrunning che ha inaugurato le World Series.

 

Splendida vittoria di ELISA DESCO che con un tempo di 3h41’02” ha preceduto l’ italiana Stephanie Jimenez di 43”.

Una prova autorevole quella della campionessa del mondo che ha confermato di attraversare un grande periodo di forma testimoniato dalle ripetute vittorie in tutta Europa tra gennaio e febbraio nelle prove di preparazione.

 

Poteva arrivare un’altra vittoria dalla prova maschile, ma Marco De Gasperi che comandava la gara ha sbagliato percorso a metà gara venendo superato dal giapponese Dai Matsumoto,andato poi a vincere in 2h49’23” e dall’altro nipponico Yoshihito Kondo, secondo a 2’18”. Per il portacolori SCOTT comunque più che positivo terzo posto a 5’09”.

 

Ecco come ha commentato Marco: “Gara molto tecnica e difficile a Hong Kong alla prova Continental di Skyrunning delle World Series 2015. Terzo posto dietro la coppia di forti skyrunners giapponese Dai Matsumoto e Yoshihito Kondo. Delusione per aver sbagliato strada quando ero in testa da solo a metà gara. Buona esperienza, ma ho ancora bisogno di imparare ad evitare - a 38 anni - questi errori!

 

Entrambi hanno corso con SCOTT T2 KINABALU

 

 

 

 

 

HYPPO KAMPOS TRIATHLON : uno spettacolo preannunciato

Uno spettacolo preannunciato, questo è ciò che ha regalato ad atleti e spettatori la sesta edizione dell’Hyppo Kampos Triathlon, gara che ha rappresentato la terza tappa della Series Scott Tour Trophy, disputata domenica 28 giugno 2015 presso l’Ecoparco del Mediterraneo di Castel Volturno. Tante le novità che hanno accolto gli atleti, a partire dai percorsi parzialmente rinnovati grazie al supporto del Comune di Castel Volturno, ed in particolare all’impegno in prima persona dell’Assessore allo Sport Carlo Nugnes, che ha fortemente voluto la riproposizione dell’evento in un format ancora più spettacolare. L’imponente spiegamento di forze dell’ordine e volontari hanno, infatti, reso possibile lo svolgimento di una rinnovata frazione ciclistica sull’importante asse viario della SS Domitiana. La bellezza dell’Ecoparco del Mediterraneo ha fatto il resto per affascinare gli oltre 160 atleti con il suo relax e le sue attrazioni. 

Sotto il profilo agonistico, gran bella vittoria per Michele Insalata, bissando il successo ottenuto nel 2013, con una gara in rimonta dalla prima frazione sui fuggitivi Fimiani e Lamberti. Quest’ultimo riesce a mantenere la seconda posizione fino al traguardo. Al terzo posto, facendo valere le forti doti podistiche, si classifica Roberto Fonseca della Ermes Campania.
In campo femminile ancora una vittoria nello Scott Tour Trophy, dopo Sorrento ed Ischia, per Silvia Scarpetta seguita da una sempre più forte Roberta Siviero e da Claudia Casola,  in quella che è stata una delle gare più partecipate a livello femminile del Sud Italia.
A conclusione della manifestazione si è disputato il Trofeo CONI, ovvero la competizione di triathlon per i più giovani valida per la prestigiosa manifestazione giovanile realizzata dal CONI. Finite le gare, gli atleti hanno avuto modo di apprezzare il pasta party, il servizio massaggi e le consulenze nutrizionali personalizzate del Team Nutrilite nonchè le mental coaching individuali di HRD Training Group.

I riscontri dell’Hyppo Kampos Triathlon hanno confermato ancora una volta la bontà del progetto turistico sportivo Tour Trophy, dimostrando che il connubio turismo e sport attrae sempre più appassionati ed è capace di dare visibilità oltre che a location già apprezzate universalmente, come Sorrento ed Ischia, anche a piccoli gioielli non conosciuti appieno come l'Ecoparco del Mediterraneo e il territorio Castel Volturno ed il suo territorio.
Tour Trophy vi aspetta tutti ad Ischia
per il giro podistico dell'isola.
JOIN THE FAMILY!!
 

GU SUPPLIER DEL TEAM CANNONDALE-GARMIN

GU,AZIENDA LEADER NELLA NUTRIZIONE PER GLI SPORTIVI, E' UFFICIALMENTE SPONSOR SUPPLIER DEL TEAM CANNONDALE-GARMIN. Gli atleti del team professionistico di ciclismo utilizzeranno per la prossima stagione gli integratori GU.
MOTUS è rivenditore del marchio GU: per acquistare i prodotti GU clicca qui
 

MIRKO CELESTINO NUOVO AMBASCIATORE SCOTT

Mirko Celestino è il Nuovo Ambasciatore SCOTT

Il Vice Campione del Mondo MTB sarà il nuovo testimonial SCOTT per i prossimi tre anni. 


Con un trascorso da professionista su strada di 11 anni nelle squadre Team Polti, Saeco, Domina Vacanze e Milmar con risultati importanti come il secondo posto nella Milano-SanRemo del 2003; la vittoria al Giro di Lombardia nel 1999 e il quarto posto nella Liegi-Bastogne-Liegi nel 2002 Mirko Celestino è oggi uno dei personaggi più noti nel mondo del ciclismo e della MTB.  Dopo la carriera nel mondo road, infatti, Mirko è poi approdato alla mountain bike con risultati ancora più eclatanti come il secondo posto nel 2010 e il terzo posto l’anno successivo ai Campionati del Mondo.

Proprio nell’ edizione 2015 della corsa più importante nel mondo della MTB marathon, che si correrà sabato 27 giugno (in diretta RAI dalle 10.00 alle 12.30) a Selva di Valgardena, Mirko parteciperà come telecronista al seguito della testa della gara con una bici e abbigliamento SCOTT

 
Questo sancisce l’inizio di un rapporto di collaborazione tra Mirko e SCOTT che proseguirà per i prossimi tre anni e che lo vedrà impegnato come testimonial del marchio.

Mirko presenzierà a tutti gli appuntamenti ufficiali che coinvolgeranno SCOTT Italia: dalle presentazioni prodotto, ai test, alle fiere fino agli eventi sponsorizzati.
Crediamo che la sua notorietà – sia nel campo della mtb che della strada- sarà un valore aggiunto importante per il marchio

TEMA BORA-ARGON18 AL VIA ALLA TIRRENO-ADRIATICO E MILANO-SANREMO

Dopo la comunicazione ufficiale della partecipazione del Team BORA – ARGON18 al prossimo TOUR DE FRANCE, il team ciclistico professionistico è stato ufficialmente invitato da RCS alle seguenti corse che si svolgono sul territorio italiano : Tirreno-Adriatico (11-17 Marzo) Milano-San Remo (22 Marzo) Giro di Lombardia (4 Ottobre). 

Wildcards for Tirreno-Adriatico, Milano-San Remo and Il Lombardia awarded to BORA - ARGON 18

Italian race organizer RCS has invited German cycling team BORA – ARGON 18 to Tirreno-Adriatico as well as the classics Milan-San Remo and Il Lombardia. Manager Ralph Denk’s team will be racing its Italian dream schedule with a particular focus on the “race of the two seas”.

“I am pleased that RCS has once again completely taken our wishes into consideration. We received wildcards for every race for which we applied. Tirreno-Adriatico is our most important tour in the spring. The race is suited to sprinters and climbers as well as rouleurs and time trial specialists. We will certainly use it to test the core of our possible Tour de France selection,” said Ralph Denk, Team Manager of BORA – ARGON 18.

“Being cycling monuments, Milan-San Remo in the spring and Il Lombardia in the fall are the cornerstones of our classics calendar. It will be only our second start in Milan, and we are therefore particularly keen to make a good impression. We have improved every year in Lombardy, and we want to take it up a notch this time as well,” continues Denk.

Tirreno-Adriatico includes seven stages from Lido di Camaiore to San Benedetto del Tronto on the Adriatic, from March 11 to 17. After an initial team time trial over 22.7 kilometers, the sprinters will take over. The queen stage on the fifth day, with a mountain finish on the Pian de Valli (1,614 m), will provide a preliminary result for the overall ranking. A subsequent sprint finish and short individual time trial will then round out the race. 

Milan-San Remo and Il Lombardia will take place on March 22 and October 4, respectively.

 

X-BIONIC COURMAYEUR MONT BLANC SKI RACE

X-BIONIC COURMAYEUR MONT BLANC SKI RACE

IL NUOVO VERTICAL RUNNING SALE SUL TETTO D'EUROPA

X-Bionic, marchio leader dell'innovazione nel settore dell'abbigliamento tecnico sportivo, con quartier generale in Svizzera e produzione in Italia, sarà il principale sponsor tecnico della prima edizione della X-Bionic Courmayeur Mont Blanc Ski Race , un evento organizzato dall'associazione ''Trail Mountain''.

Una  gara d'elite a numero chiuso, che l'8 di Agosto, porterà dalla terra al cielo, i trecento atleti, partenza da Courmayeur, fino alla terrazza circolare in cima a punta Helbronner con i suoi 3466 metri di altitudine. Sicuramente una delle gare più selettive e suggestive del panorama del vertical running, con i suoi 11 Km e 2.200 metri di dislivello.

X-BIONIC fornirà a tutti i partecipanti un capo tecnico che supporterà gli atleti durante l'ascesa verso la vetta della Punta Helbronner : X-BIONIC THE TRICK Running shirt, l'ultima evoluzione frutto della ricerca di X-Technology.

https://www.x-bionic.com/men/running/the-trick-running-shirt/568475/detail?color=568491

Seguite l'evento su : www.facebook.com/xbionic.it ; www.courmayeurmontblanc.it

CASCHI BELL ALL MOUNTAIN/DIRT : NUOVA TECNOLOGIA MIPS

Sin dal 1954, BELL è impegnata a progettare e fornire protezione specifica ATTRAVERSO Una serie di TEST CHE SIMULANO LA MAGGIOR PARTE DEGLI URTI POSSIBILI.
Questo approccio globale del test è basato sulla realtà specifica delle gare, dato che non esistono impatti sempre uguali. Grazie a questa realtà, è arrivato lo STANDARD BELL uno standard di prove che nasce da decenni di  esperienza sulla progettazione del casco nei nostri laboratori interni. Lo STANDARD BELL rappresenta l’impegno di
Bell per la protezione su tutta la sua gamma e che consente agli atleti di correre con grande fiducia.
Accelerazione lineare
Tramite un accelerometro lineare ed un misuratore di velocità, siamo in grado di effettuare sui caschi dei “test di caduta” su varie superfici come previsto dalle norme governative e dal nostro sistema di controllo
Accelerazione rotazionale
Ora possiamo testare il casco variando la velocità, il peso e l’angolo d’impatto facendolo indossare ad un manichino che si scontra su di una superficie, simulando la tipica meccanica di un urto.
Questi test hanno portato a innovazioni come la stratificazione progressiva
e la protezione avvolgente.
Ora, quello stesso impegno prosegue con il nostro investimento nella tecnologia MIPS e la partnership con ICEdot come la prossima evoluzione diuna protezione completa
CHE COS’È MIPS?
MIPS (Multi-Directional Impact Protection System) è un sistema a piano di scorrimento progettato per ruotare all’interno del casco con l’intento di ridurre e rallentare la quantità di energia trasferita verso la testa e lo scopo di
diminuire le lesioni causate da urti rotazionali.
PERCHÈ È IMPORTANTE
Quando una testa ruota velocemente e si ferma all’improvviso, l’accelerazione rotazionale può causare al tessuto cerebrale elevati livelli di tensione. L’allungamento del tessuto causato da questi movimenti può provocare vari tipi di lesioni cerebrali. MIPS è stato progettato con l’intento di affrontare l’accelerazione rotazionale generata dall’impatto
COME FUNZIONA
MIPS utilizza un sistema a piano di scorrimento che si muove all’interno del casco, imitando proprio il sistema di protezione del cervello. Questo strato è progettato per ruotare all’interno del casco con l’intento di rallentare o ridurre la quantità di energia trasferita verso, oppure, dal cranio. La scienza ci dice che se siamo in grado di ridurre le tensioni connesse con l’accelerazione rotazionale e quindi ridurre il rischio e la gravità delle lesioni cerebrali.
Per acquistare o per dettagli clicca qui

32° TRIATHLON INTERNAZIONALE BARDOLINO 2015 : CLASSIFICHE

La prima partenza alla edizione numero 32 del Triathlon Internazionale di Bardolino è stata data, puntualmente, alle 12.30 con uno starter d’eccezione, il campionissimo della maratona azzurra Gianni Poli, che si è detto molto colpito dal fascino dell’evento e dal clima di vera festa sportiva che permea il lungolago.

Dopo la batteria femminile, si sono susseguite una dopo l’altra tutte le altre maschili, suddivise per categorie d’età.

Dopo la frazione nuoto e la frazione bici, durante la terza frazione, dopo il ponticello, al passaggio dei 5K attiguo alla finish line, il vantaggio di Anna Maria Mazzetti si era quasi dimezzato e Dossena non mollava la preda, lotta apertissima.

Che si è decisa a 1K dall’arrivo, quando Dossena ha superato Mazzetti e l’ha staccata inesorabilmente, senza darle possibilità di attaccarsi.

Un successo davvero meritato da Sara Dossena che si è così messa al collo finalmente la medaglia d’oro dopo una serie piuttosto lunga di argenti.

Al terzo posto, ha tenuto botta Mateja Simic che si è dovuta a sua volta difendere dal tentativo di rientro di una pimpante Priarone, risalita fino al quarto posto.

Hanno completato la top ten Signorini, Steinhauser, Zane, Forstner, Sylvia Gehnbock e la cilena della DDS Favia Diaz.

Per quanto riguarda la gara maschile, il primo a uscire dall’acqua è stato il britannico Raoul Shaw seguito dal compagno di squadra del PPR Team Aurelien Raphael, quindi il campione d’Ucraina Sergiy Kurochkin, Gianluca Pozzatti e lo junior dei Los Trigres Matias Montenegro.

A seguire a pochissimi secondi, ecco il “Re di Bardolino” Vladimir Polikarpenko (Aquatica Torino), l’argentino della DDS Flavio Morandini, Andrea Secchiero, Tommaso Crivellaro, Marco Corrà, Giulio Pugliese e l’altro britannico Karl Shaw.

Nei 40K di bici collinari, riescono a scappare via in 3 (il nostro Pozzatti del CUS Trento e i due PPR Shaw e Aurelien): il trio è arrivato in T2 con circa 1′ sui diretti inseguitori e Pozzatti è stato il più lesto a scappar via per iniziare i 10K finali.

Ci ha provato con coraggio il Pozz, ma chilometro dopo chilometro è venuta fuori la classe cristallina del talentuoso francese Raphael, probabile olimpico francese e già vincitore a Bardolino nel 2012.

Ed è così arrivato per lui il bis, in 1:55:15, con il suo compagno di squadra Shaw che ha completato l’opera arrivando dopo 6″. L’alfiere delle Fiamme Oro Secchiero, autore del secondo parziale run, è risalito fino al terzo posto e ha preceduto di pochi secondi l’ucraino Kurochkin, costringendo il mai domo Pozzatti alla quinta piazza.

Completano i primi dieci, Karl Shaw (miglior split di giornata a piedi), il giovane della DDS Crivellaro, il quarto portacolori PPR Levente Szatmari, Morandini e l’immenso Polikarpenko che anche quest’anno è stato capace di dare filo da torcere sino all’ultimo metro ai suoi avversari, nonostante abbia già da qualche anno abbandonato il mondo degli Elite e sia diventato un Master.

Al traguardo, Dante Armanini, l’uomo ovunque del Triathlon Internazionale di Bardolino, sorridente ha abbracciato i suoi due nuovi campioni e li ha incoronati vincitori del 2015.

Da lì in avanti è partita la festa della finish line che ha visto arrivare uno dopo l’altro tutti i protagonisti della gara, accolti da un grande tifo, da un lauto ristoro, docce, pasta party, massaggi e la sempre ambitissima maglia tecnica, gadget che ogni anno spopola tra i triatleti.

In tutto, hanno portato a termine il 32° Triathlon Internazionale di Bardolino 135 donne e 1.237 uomini, provenienti da 23 nazioni, per un totale di 1.372 finisher!

 

Fonte: comunicato Triathlon Internazionale di Bardolino a cura di Dario Nardone/FCZ.it

CLASSIFICA COMPLETA : CLICCA QUI

UOMINI
1 1 6 AURELIEN RAPHAEL PPRTEAM ita S2 1 1:55:15
2 2 98 RAOUL SHAW PPRTEAM gbr S2 2 1:55:21 +7
3 3 3 ANDREA GIACOMO SECCHIERO G.S. FF.OO. ita S2 3 1:56:16 +1:01
4 4 104 SERGIY KUROCHKIN CAPITAL TRI ukr S2 4 1:56:23 +1:09
5 5 7 GIANLUCA POZZATTI CUS TRENTO CTT ita S1 5 1:56:32 +1:18
6 6 114 KARL SHAW PPRTEAM gbr S3 6 1:57:25 +2:10
7 7 17 ANDRE’ THOMAS TRIATHLON CREMONA ST fra S2 7 1:57:41 +2:27
8 8 4 TOMMASO CRIVELLARO DDS ita S1 8 1:58:37 +3:22
9 9 95 LEVENTE SZATMARI PPRTEAM hun S1 9 1:59:15 +4:00
10 10 100 FLAVIO MIGUEL MORANDINI DDS arg S1 10 1:59:21 +4:06

DONNE
1 1 1003 SARA DOSSENA 707 ita S3 1 2:07:27
2 2 1064 ANNA MARIA MAZZETTI G.S. FF.OO. ita S2 2 2:07:43 +16
3 3 1088 MATEJA SIMIC DDS svn S4 3 2:09:44 +2:17
4 4 1002 GIORGIA PRIARONE T.D. RIMINI ita S1 4 2:10:14 +2:48
5 5 1006 VERONICA SIGNORINI TRIATHLON CREMONA ST ita S2 5 2:11:13 +3:47
6 6 1005 VERENA STEINHAUSER TRIATHLON CREMONA ST ita S1 6 2:12:19 +4:53
7 7 1004 ILARIA ZANE DDS ita S1 7 2:13:51 +6:24
8 8 1109 RENATE FORSTNER ROSENHEIM ger S4 8 2:16:06 +8:40
9 9 1094 SYLVIA GEHNBOCK NCB-TRITEAM aut S4 9 2:18:40 +11:13
10 10 1007 FLAVIA DIAZ DDS chl S2 10 2:22:41 +15:14

GARMIN VIVOACTIVE : LO SMARTWATCH CON GPS PIU' COMPLETO DI SEMPRE

garmin-smartwatch-vivoactive.jpgLo Smartwatch più completo di sempre
Semplifica il tuo lavoro, allenati e prenditi cura del tuo benessere con vívoactive, lo smartwatch con GPS integrato che ti accompagna anche nella tua attività fitness. Ultrasottile, leggerissimo e con display touchscreen a colori, vivoactive integra profili e funzioni dedicate alla corsa, al ciclismo, al walking, al golf e al nuoto indoor. Grazie alle funzioni di wellness band potrai anche monitorare l’intensità e l’adeguatezza del tuo movimento quotidiano. Le caratteristiche di smartwatch lo rendono adatto anche a supportarti nella vita di ogni giorno, informandoti se stai ricevendo chiamate sul tuo smartphone1, SMS o email e fornendoti molte altre notifiche. Personalizzabile con apps e widgets dalla nuova piattaforma Garmin Connect IQ, che ti permette di creare e scaricare applicazioni e funzionalità che si integrano con i tuoi dispositivi. vívoactive è un ottimo multisport per la vita di tutti i giorni.
6 VALIDI MOTIVI PER ACQUISTARLO
•DISPLAY TOUCHSCREEN A COLORI AD ALTA RISOLUZIONE.
•SOTTILE E LEGGERO, IDEALE PER L’UTILIZZO QUOTIDIANO.
•CORSA, CICLISMO, WALKING, GOLF E NUOTO INDOOR: 5 SPORT IN UN SOLO DISPOSITIVO.
•SMART NOTIFICATION E NOTIFICHE PUSH DIRETTAMENTE DAL PROPRIO SMARTPHONE1.
•MONITORA LA GIORNATA IN NUMERO DI PASSI, DISTANZA, CALORIE BRUCIATE, ORE E QUALITÀ DEL SONNO.
•SU GARMIN CONNECT IQ™, DISPONIBILI NUOVE APPS, WIDGETS E PERSONALIZZAZIONI DEL DISPLAY.
 
SMART NOTIFICATION
vívoactive, sincronizzato tramite Bluetooth Smart®, ti avvisa vibrando dell’arrivo di una chiamata o di una telefonata persa sul tuo smartphone1, dell’arrivo di una mail, di un SMS, di un appuntamento imminente o della notifica del social network preferito.
OBIETTIVI GIORNALIERI E BANDA MOTIVAZIONALE
vívoactive monitora i tuoi movimenti giornalieri con distanze coperte, passi compiuti e calorie bruciate. Potrai impostare obiettivi di passi per motivarti ogni giorno a un movimento più frequente e regolare. La barra motivazionale ti avvisa vibrando dopo un’ora di inattività, invitandoti a camminare per almeno due minuti per azzerare il timer di inattività e resettare la banda motivazionale
CORSA
vívoactive fornisce tutti i dati relativi alla tua corsa. Potrai monitorare tempi, distanze percorse, velocità e molto altro, sia all’aperto con il ricevitore GPS ad alta sensibilità, che durante il training indoor, con l’accelerometro integrato. Scarica e archivia tutti i dati su Garmin Connect o Garmin Connect Mobile tramite il tuo smartphone1
GOLF
Una copertura completa dei Golf Club di tutto il mondo, scaricabile gratuitamente, permette a vívoactive di essere uno strumento irrinunciabile per il golfista. Lettura semplice e immediata del PAR di ogni singola buca e di tutte le distanze che separano dal green, compresi layup e riferimenti dei dogleg. Funzione odometro per il calcolo delle distanze percorse e la misurazione del colpo.
CICLISMO
Grazie al GPS ad alta sensibilità, vívoactive calcola in modo rapido e preciso tutte le informazioni relative alla tua uscita in bicicletta. La compatibilià con un sensore di cadenza tramite connessione wireless ANT+, permette di completare il set di informazioni, fornendo anche il numero di pedalate per minuto.
NUOTO INDOOR
L’alto grado di impermeabilità2 e la tecnologia di analisi della nuotata, fanno di vivoactive un dispositivo adatto all’allenamento in piscina. Fornisce distanze percorse e molti altri preziosi parametri legati al tuo stile di nuotata. I dati sono visualizzabili anche su Garmin Connect e Garmin Connect Mobile per analizzare al meglio la tua performance e archiviarne i dati.
garmin-smartwatch-vivoactive.jpgMETEO
L’app dedicata alle previsioni meteo è una comodissima funzione che permette, in combinazione con lo smartphone1, di programmare strategicamente la tua attività outdoor.
 MEMORIZZA E CONDIVIDI SUI SOCIAL
vívoactive è compatibile con Garmin Connect per visualizzare e monitorare i progressi del tuo training, analizzando grafici e tabelle relative alla tue performance. Con Garmin Connect e Garmin Connect Mobile, puoi sfruttare anche le divertenti dinamiche dei social network, ingaggiando sfide e competizioni virtuali con amici o altri atleti utenti.
CONNECT IQ™
Personalizza vívoactive con i download gratuiti disponibili su Connect IQ Store, la piattaforma che ti consente di creare e scaricare applicazioni che si integrano con i tuoi dispositivi e in modo da poter impostare la configurazione ideale per te. Potrai avere direttamente al polso tutte le informazioni che desideri, dai titoli di borsa, ai risultati sportivi.
 
 

TRIATHLON IDROMAN 2015 : RISULTATI E CLASSIFICHE

E si conclude Idroman edizione 2015, uno dei triathlon più duri d'Italia con alcune conferme e altre rivelazioni.
Percorsi impegnativi, aspri, sportivamente per combattenti con podi che vengono raggiunti con soddisfazione dagli atleti iscritti. Una frazione ciclismo che ha una grande incidenza sull'intera gara, basti pensare che in un tipico medio gli atleti più performanti completano la frazione nuoto e quella bike in 2 ore e 30 minuti, invece qui Pierluigi Senor (primo assoluto) ha impiegato 3 ore e 13 minuti.

Iniziamo però a raccontare della distanza K55 Km (1nuoto+47ciclismo+10,5podismo) nella quale subito è iniziato un duello tra Iuliano Cristiano e Pasqualini Bruno tra gli uomini, mentre fra le donne si sono affrontate Ingletto Chiara e Vezzini Silvia.
Cristiano, che si è fatto notare già ad Iron Tour Italy, in acqua è una turbina e distanzia Bruno, campione italiano di duathlon, di pochi minuti, raggiunge per primo la zona cambio ma Pasqualini lo tallona nella frazione podistica fino a superarlo e a tagliare il traguardo  con 02:40:25. Pasqualini: "In T2 (zona cambio bici/corsa) ho visto che ero a -30 da Cristiano e ci ho provato, un grande duello". Arriva Iuliano al 02:41:45, un abbraccio fra i due a sancire lo spirito dei triathleti nel condividere gioie ed emozioni.
Al 3' posto Fognini Fausto ex cliclista al suo primo anno di competizione nel triathlon con la Pool Cantù  1999.
La Ingletto sembra invece avere un feeling particolare con gli eventi Spartacus Events: si è distinta per aver vinto tutte e 5 le tappe di Iron Tour Italy - 5 sprint in 5 giorni sull'Isola d'Elba. Vince qui a Idro con 03:09:59, distanziando la Vezzini di 5 minuti e 27 secondi. Chiara e Silvia hanno dato il loro meglio nella frazione ciclistica, nella quale sono entrambe solitamente molto performanti. Chiara dichiara: "Una delle gare più dure alle quali ho partecipato, una salita continua. Ci vuole molta testa per arrivare al traguardo. L'organizzazione Spartacus è di qualità e sceglie sempre mete paesaggistiche ammirevoli. Hanno pensato bene anche alla parte run, pianeggiante dopo una ciclistica di fatica e in un contesto in riva al lago dove è stato possibile avere un pubblico e molto tifo che è importante psicologicamente per noi atleti."
Ultima nota sul K55: taglia come 5' assoluto maschile aggiudicandosi una grande prova il giovanissimo (20 anni) Marco Fedeli della CUS TRENTO con 02:47:20.

Il K113-medio Km(1,9nuoto+86ciclismo+21podismo), l'half ironman, inizia regolare come da programma alle ore 08:00 e dopo poco più di 30 minuti esce dall'acqua Fabrizio Riva, grande nuotatore della Pratogrande di Lecco che, però, è costretto al ritiro più tardi sulla frazione bike a causa di un guasto al cambio.
Prima di affrontare la salita di Magasa troviamo in testa Filippo Rossi dell'Aquatica Torino, allo scollinamento di Persone ancora Rossi e a seguire Pierluigi Senor e Boeris Lorenzo entrambi della Cus Torino. Chi arriva tra i primi 5 assoluti premiati? In ordine di arrivo abbiamo:
Pierluigi Senor 05:21:58
Lorenzo Boeris 05:30:03
Alessandro Robustelli (Atletica Manara) 05:30:03
Massimo Giacopuzzi (Liger Team Keyline) 05:32:48
Luigi Restaino (TTS) 05:35:33
Pierluigi ci racconta che desiderava vincere, lui ex ciclista che il ciclismo l'ha lasciato con rammarico. Lui che sceglie sempre triathlon duri e competitivi per dimostrare quanto vale nella frazione bike. Per lui il nuoto è una bestia nera, ma qui a Idroman anche se spaventato dal dislivello bike (2750m) ha sentito che le gambe giravano bene e ha dato tanto e così l'agognata (e sudata) vittoria è arrivata!
Quattro le donne iscritte a questo tosto half ironman: Luisa Fumagalli (Forhans Team), Paola Torretti (Sai Frecce Bianche), Francesca Fracassi (Road Runners) e Angioni Maria (Torino Triathlon). Si aggiudica il primo assoluto femminile Luisa con 06:49:57.
Complimenti a tutti quindi e...all'anno prossimo con Idroman 2016!


PER LA CLASSIFICA COMPLETA
CLICCA QUI

(FONTE ITALIATRIATHLON.IT)

TRIATHLON : LA BICI PER MIGLIORARE LA FORZA E LA RESISTENZA

In questo periodo dell’anno il Potenziamento muscolare per il Triatleta è fondamentale per costruire una buona base Aerobica Muscolare per la continuazione della preparazione e degli obiettivi per il 2015. Oltre al potenziamento muscolare generale che abbiamo visto in altri articoli (La Palestra Funzionale : utilità per l'atleta nel periodo invernale ), si dovranno inserire sedute di potenziamento muscolare specifico. La Bike è un ottimo mezzo per poter svolgere un buon allenamento condizionale per migliorare la Forza Muscolare , e soprattutto la Resistenza alla Forza. Ovvio che il limite maggiore in questo periodo per l’utilizzo della Bike (non per tutti ) è quello di avere delle condizioni meteo non proprio favorevoli per uscire su strada. Per tale motivo in questo periodo va benissimo anche l’utilizzo della Mountainbike per poter sviluppare un ottima forza muscolare specifica, ancora di più se pensiamo della maggior pesantezza dei rapporti utilizzati e dei percorsi sterrati e fuori strada che vengono utilizzati di norma per le sedute di MTB.  E’ possibile anche annoverare delle differenze tra le caratteristiche della bike da ciclismo e la MTB

Componente

Bici da strada

MTB

Diametro ruote

26/28

26/29

Guarnitura

34/50  - 39/53

 

Manubrio

curvo

dirico

Freni

A pinza (archetto)

Cantilever /V Brake / disco

Pedali

Sgancio rapido puntapiedi

Sgancio rapido/ gabbiette

Sistema ammorRzzante

Forcella r igida

Front, full  rigida

Scarpe

Tacchette polimero plastico

Taccheca in metallo

Inoltre prima di passare al miglioramento degli aspetti condizionali per ogni sport e disciplina è opportuno migliorare la tecnica , e in questo caso essendo che ci si allena con un mezzo, la Bike, è opportuno conoscerla e utilizzarla al meglio. Quindi sicuramente insieme alle sedute condizioni per miglioramento della Forza e Resistenza Muscolare è opportuno inserire esercitazioni e sedute tecniche su :

  • Pedalare
  • Dirigere
  • Frenare
  • Curvare
  • Cambiare direzione
  • Equilibrio statico e dinamico
  • Forza Massimale
  • Forza Resistente
  • Forza Esplosiva
  • Forza Veloce

Adesso, prima di addentrarci nell’allenamento specifico della frazione Bike per quanto concerne il Triatleta è opportuno tornare un attimo indietro e capire quali sono le caratteristiche tecniche e soprattutto fisiologiche che condiziona una gara di Triathlon? Quali meccanismi e qualità è opportuno sviluppare ? Quali sono le migliori strategie da adottare per ottenere i miglioramenti auspicati ? C’è differenza tra utilizzo della Bike nel Ciclismo e nel Triathlon?

Il Triathlon come sapete è una multidisciplina senza soluzione di continuità ove si alternano le diverse discipline di Nuoto, Ciclismo e Corsa. Quindi realmente non sono tre discipline assestanti, ma è un'unica disciplina, ove ci inseriamo anche i momenti (e allenamenti) previsti delle Transizioni tra una frazione e l’altra. Quindi dalla definizione si capisce che la frazione di Ciclismo nel Triathlon è differente rispetto a una gara a “secco “ di ciclismo e alcuni aspetti tecnici e condizionali possono differire. Inoltre è opportuno valutare per quale distanza ci stiamo preparando per focalizzare meglio l’attenzione su alcune qualità condizionali e tecniche. Sicuramente se ci alleniamo per gare brevi Sprint e Olimpici, allora gli allenamenti con la bike devono rispecchiare in prevalenza sedute con caratteristiche spiccatamente Anaerobiche, ovvio senza tralasciare quelle Aerobiche. Mentre per gare medie e lunghe come IronMan 70.3 e IronMan , allora è preferibile che l’allenamento in Bike vada a stimolare in prevalenza il meccanismo Aerobico, senza tralasciare quello Anaerobico che sarà allenato in maniera ridotta !

MIGLIORAMENTO DELLA FORZA MUSCOLARE

Per quanto concerne il miglioramento della forza muscolare per il Triatleta mediante l’utilizzo della Bike in questo periodo dell’anno è auspicabile utilizzare uscite su percorsi collinari con diversi cambi di pendenza e di lunghezza delle salite. Ovvio che quando si parla di forza muscolare, abbiamo diverse espressioni di forza da poter sviluppare che si possono racchiudere in :

Queste sono le più importanti, ovvio che per il Triatleta (come anche per qualsiasi ciclista) , la forza muscolare può essere sviluppata in tutte le sue componenti e caratteristiche, dipende sempre dal periodo di allenamento e dalla gara (caratteristiche fisiologiche e tecniche ) che stiamo preparando. Infatti, se prendiamo in riferimento la gara di Sprint e la gara IronMan 70.3 ci possono sempre essere delle caratteristiche tecniche che si assomigliano, esempio ci può essere per entrambe le distanze dei momenti in cui ci siano dei “rilanci” in salita o pianura, ma sicuramente saranno più frequenti e intensi nelle gare di sprint e non nelle gare medie (70.3 ) e lunghe (IronMan ).

Sicuramente in questo periodo invernale, quando si sta costruendo una base di Forza Muscolare e è opportuno inserire sedute tecniche che prendano come riferimento qualità condizionali Aerobiche e non troppo intense (Anaerobiche), perché si avrebbe difficoltà a mantenerle e soprattutto a smaltirle l’acido lattico nei giorni successivi all’allenamento. Quindi sicuramente alla base di un efficace allenamento ci deve essere un miglioramento della Resistenza Aerobica con sedute di allenamento lunghe e il miglioramento della Forza Muscolare Resistente. Possiamo affermare che sicuramente per poter costruire una base di Forza Muscolare è fondamentale prima sviluppare una Resistenza Aerobica di Base, quindi costruire le fondamenta fisiologiche per poter poi sviluppare la Forza Muscolare specifica. Ovvio che entrambe le qualità fisiologiche possono essere sviluppate in contemporanea, in quanto si intersecano al meglio, la Resistenza Aerobica è anche condizionata dalla maggior o minor Forza Muscolare, come la Forza Muscolare può essere condizionata da una non efficace Resistenza Aerobica di base.

Per quanto concerne allenamenti per il miglioramento della Forza Muscolare Resistente va sviluppata soprattutto con salite medie/lunghe che permettono di mantenere lo sforzo per lungo tempo, quindi salite da 3km in poi! Si cerca di incrementare man mano durata dell’allenamento (lunghezza salite), e difficoltà (qualità/pendenza) delle salite. Ovvio che i rapporti utilizzati devono sempre essere adattati alla propria condizione fisica del momento, sicuramente in questo periodo dell’anno ove abbiamo spremuto il nostro organismo e stiamo creando le “basi aerobiche e muscolari”, è opportuno andarci cauti con rapporti troppo pesanti per non “bruciare” già nelle prime pedalate e uscite le fonti di energia !

Per quanto concerne allenamenti per il miglioramento della Forza Esplosiva è opportuno inserire salite brevi , eventualmente con partenze da fermo per creare quelli adattamenti specifici che servono a un Triatleta quando deve cambiare “passo” e superare un avversario, oppure “rilanciare” dopo una curva, o tratto di salita! Quindi è importante utilizzare salite brevi che permettono di sfruttare al meglio le proprie risorse energetiche che verranno prevalentemente da un meccanismo anaerobico lattacido, breve e intenso.

Di seguito vediamo alcuni esempi di programmazione di sedute allenamento per migliorare la Resistenza Aerobica e la Forza Muscolare

Settimane

Forza Muscolare

 

Resistenza Aerobica

1

Riscaldamento 20km

Ripetute Salita 10 x 100mt

rec discesa

Defaticamento 20km

RS 10km

Fondo Aerobico Collinare 40- 50km

DF 10km

2

Riscaldamento 20km

Ripetute Salita 10 x 200mt

rec discesa

Defaticamento 20km

RS 10km

Fondo Aerobico Collinare 50- 60km

DF 10km

3

Riscaldamento 20km

Ripetute Salita 10 x 300mt

rec discesa

Defaticamento 20km

RS 10km

Fondo Aerobico Collinare 60- 70km

DF 10km

4

Fondo Aerobico Pianura

Da 50 – 60km con variazioni ritmo

Fondo Aerobico Pianura

Da 50 – 60km con variazioni ritmo Aerobiche

5

Riscaldamento 20km

Ripetute Salita 10 x 1km

rec discesa

Defaticamento 20km

RS 10km

Fondo Aerobico Collinare 70- 80km

DF 10km

6

Riscaldamento 20km

Ripetute Salita 5 x 1km rec discesa

Ripetute Salita 5 x 2km rec discesa

Defaticamento 20km

RS 10km

Fondo Aerobico Collinare 80- 90km

DF 10km

7

Riscaldamento 20km

Ripetute Salita 5 x 1km rec discesa

Ripetute Salita 5 x 3km rec discesa

Defaticamento 20km

RS 10km

Fondo Aerobico Collinare 90- 100km

DF 10km

8

Fondo Aerobico Pianura

Da 50 – 60km con variazioni ritmo

Fondo Aerobico Pianura

Da 50 – 60km con variazioni ritmo Aerobiche

Come si può notare dalla tabella su menzionato, abbiamo inserito due sedute di allenamento con la Bike per miglioramento della Resistenza e della Forza Muscolare, ovvio che tra le due sedute ci devono essere almeno due giorni di riposo attivo, ove possiamo inserire sedute di Nuoto e di Corsa. Una delle due sedute o soprattutto di Fondo Aerobico Collinare può essere sostituita con uscite di MountainBike su percorsi sterrati che hanno un ottima efficacia per miglioramento della Forza e della Resistenza Aerobica. Dopo 3 settimane di carico si possono inserire delle sedute di scarico aerobico in pianura per ridare un po’ di brillantezza alle gambe , il tutto come sempre deve essere adattato alla propria condizione fisica del momento!  Per quanto concerne le pendenze delle salite , è normale che più la salita è breve e più intensa (elevata) deve essere la pendenza della salita per fare in modo che la Frequenza Cardiaca e intensità salga in maniera più rapida, questo soprattutto nei lavori di ripetute. Mentre per gli allenamenti Aerobici Collinari è preferibile salite di varie pendenze, lunghezze e non troppo ripide almeno nelle prime 4-8 settimane di allenamento !

Buon Triathlon a tutti!

(by Runningzen di I. Antonacci)

IRONMAN ITALY 70.3 PESCARA : LE CLASSIFICHE

IRONMAN 70.3 ITALY 5^ edizione Pescara, 14-06-15
Triathlon 113 (1.9-90-21.1K)

Si è disputata domenica 14 giugno 2015 a Pescara la 5a edizione dell'HALF IRONMAN ITALY. Tra gli uomini Domenico Passuello (3°) ed Alberto Casadei (2°)  hanno dovuto piegarsi alla supremazia dell'austriaco Paul Ritmayr, vincitore assoluto con il crono di 4:05:08. Al femminile il podio è stato conquistato da tre atlete straniere : prima classificata la britannica VAnessa Raw, davanti ripettivamente alla austriaca Lisa Huetthaler e alla ungherese Erika Csomor. 4a assoluta e prima delle italiane l'atleta senese Michela Menegon.
 
UOMINI

1 Reitmayr, Paul AUT 1 2 00:25:25 02:16:09 01:18:52 04:05:08
2 Casadei, Alberto ITA 2 3 00:24:51 02:16:23 01:20:27 04:06:38
3 Passuello, Domenico ITA 3 4 00:28:34 02:12:40 01:23:38 04:09:55
4 Ciavattella, Jonathan ITA 4 5 00:26:33 02:14:48 01:26:14 04:12:40
5 Torrades, Xavier ESP 5 8 00:26:37 02:30:24 01:20:50 04:22:35
6 Bonazzi, Luca ITA 1 9 00:27:35 02:27:26 01:21:41 04:22:40
7 Dalla Venezia, Marco ITA 1 11 00:23:14 02:28:15 01:27:43 04:25:34
8 Bertaccini, Luca ITA 1 12 00:26:06 02:29:54 01:24:27 04:25:45
9 De Paolis, Luca ITA 6 13 00:33:17 02:24:20 01:24:35 04:27:32
10 Sluckis, Rinalds LAT 2 14 00:28:13 02:21:12 01:31:53 04:28:09
11 Nicoletti, Marco ITA 3 15 00:25:58 02:31:11 01:25:17 04:28:28
12 Mattoccia, Mirko ITA 1 16 00:28:56 02:23:30 01:29:50 04:28:31
13 Theopold, Nicolas GER 2 19 00:30:10 02:22:44 01:30:26 04:30:12
14 Madama, Marco ITA 3 20 00:28:12 02:25:59 01:29:46 04:30:18
15 Bertoncello, Fabian ITA 2 21 00:27:25 02:30:10 01:26:31 04:30:34
16 Recagno, Andrea ITA 1 22 00:27:47 02:29:15 01:28:10 04:30:48
17 Ellingsen, Per Morten NOR 3 23 00:32:29 02:23:54 01:28:20 04:30:58
18 Mantolini, Simone ITA 7 24 00:31:06 02:27:36 01:27:04 04:31:25
19 Patti, Alessandro ITA 2 25 00:28:46 02:32:49 01:24:15 04:31:36
20 Ciotti, Emanuele ITA 8 26 00:28:50 02:31:53 01:25:16 04:32:11

DONNE

1 Raw, Vanessa GBR 1 36 00:28:08 02:33:34 01:30:43 04:38:13
2 Huetthaler, Lisa AUT 2 47 00:28:29 02:43:20 01:25:49 04:42:42
3 Csomor, Erika HUN 3 52 00:33:01 02:42:16 01:24:10 04:44:46
4 Menegon, Michela ITA 1 101 00:27:08 02:44:56 01:39:33 04:58:16
5 Tibaldi, Francesca ITA 1 109 00:31:33 02:46:55 01:35:03 05:00:36
6 Hansom, Jane GBR 1 125 00:32:23 02:46:14 01:37:31 05:02:55
7 Beck, Rachel SUI 2 152 00:28:49 02:48:25 01:45:00 05:09:17
8 Larizza, Tamara SUI 3 160 00:35:44 02:47:43 01:39:29 05:10:11
9 Villa, Elisabetta ITA 2 166 00:37:27 02:49:44 01:35:43 05:10:42
10 De Nicola, Federica ITA 1 178 00:34:46 02:48:20 01:41:29 05:12:26
11 Davolio, Barbara ITA 3 200 00:35:49 02:43:02 01:48:54 05:15:07
12 Goetghebuer, Caroline BEL 4 203 00:34:42 02:48:51 01:45:01 05:15:53
13 Zavanone, Ilaria ITA 1 215 00:37:14 02:49:10 01:43:35 05:17:04
14 Benson, Melanie CAN 2 222 00:30:16 02:56:39 01:43:27 05:17:40
15 Wood, Claire GBR 3 238 00:32:54 02:58:31 01:40:39 05:20:15
16 Mcdowall, Edwina GBR 2 246 00:35:55 02:56:48 01:40:13 05:20:51
17 Scalambra, Elisa ITA 4 257 00:37:06 02:49:09 01:48:44 05:22:33
18 Loukopoulou, Loukia GRE 3 262 00:34:50 02:49:24 01:50:54 05:23:18
19 Bernardini, Cristina ITA 4 294 00:39:31 02:42:56 01:55:36 05:26:37
20 Leandro, Alice ITA 5 300 00:34:30 03:01:10 01:43:39 05:26:50

Per le classifiche complete CLICCA QUI

CRAIG ALEXANDER TESTIMONIAL E PARTNER DI 2XU

CRAIG ALEXANDER , per tre volte camipone del mondo triathlon su distanza IRONMAN a KONA ha siglato un importante accordo di partnership con l'azienda australiana 2XU specializzata in prodotti per il triathlon

WIGGINS : RECORD DELL'ORA CON PEDALI SPEEDPLAY ZERO

Domenica 7 Giugno, Bradley Wiggins al velodromo “Al Lee Valley VeloPark” di Londra ha fatto registrare il nuovo primato dell'ora superando il precedente record di oltre un chilometro e mezzo: è il secondo gap più grande della storia!
 
Il 35enne britannico ha fatto segnare 54,526 chilometri dopo 219 giri, superando la prova del connazionale Alex Dowsett (52,937 km) centrata il 2 maggio a Manchester.
 
Quello di Wiggins su Dowsett è il secondo gap più ampio nella storia: i 1589 metri in più sono dietro solo al primato del francese Jules Dubois (38,220 km) stabilito nel 1894 ai danni dell’inventore della prova Henry Desgrange (2895 metri in più).
 
Inoltre, è la terza prova nella storia se si considerano anche i 9 primati stabiliti con le biciclette speciali (e resi nulli dall'UCI): migliore di lui solo Christopher Boardman (56,375 km) e Tony Rominger (55,291 km).
 
E INSIEME ALL’ATLETA BRITANNICO C’ERA ANCHE IL PEDALE SPEEDPLAY ZERO!!!!!

Puoi vedere ed acquistare i pedali Speedplay QUI

LAMPADE FRONTALI PETZL : VIDEO

MOTUS è rivenditore PETZL, famoso marchio francese leader nella produzione e commercializzazione di lampade frontali e sistemi di illuminazione per il trail running, la mountain bike MTB,  l'arrampicata, la speleologia, la caccia e la pesca...ma anche per il mondo del soccorso e del lavoro. Tante sono le applicazioni e le situazioni d'uso in cui un disposiitvo di illuminazione frontale risulta utile, se non decisivo (anche per la sopravvivenza). In particolare nel campo del trail running (la corsa in montagna) de della MTB (bici off road) molti sono i modelli PETZL venduti da MOTUS ed apprezzati dai praticanti : lampada TIKKA, TIKKA+, TIKKA XP, TIKKA R+, TIKKA RXP, o la lampada NAO con batteria ricaricabile al Litio. Alcuni modelli PETZL sono dotati di tecnologia REACTIVE LIGHTING : la potenza di illuminazione e la forma del fascio luminoso si adattano automaticamente all'ambiente attraverso un rilevatore di luminosiotà dell'ambiente circostante. In questo modo la lampada PETZL ottimizza l'autonomia delle batterie. I fasci luminosi possono essere di tipo ampio o misto o focalizzato, per beneficiare di una illuminazione adatta ad ogni situazione, dalla visione di prossimità alla visione lontana.
Qui di seguito un video che bene illustra la qualità costruttiva dei prodotti PETZL.
Per dettagli ed acquisti CLICCA QUI
 

VIDEO SCARPE LAKE E PEDALI SPEEDPLAY

MOTUS è rivenditore ufficiale di due marchi prestigiosi nel mondo del ciclismo : LAKE e SPEEDPLAY. I marchi sono distribuiti in Italia da BELTRAMI TSA. LAKE è un brand olandese leader nella produzione di scarpe da ciclismo, sia su strada sia off road. I modelli di punta di questo marchio sono CX402 CX401 CX331. Modelli per MTB e specialità del ciclismo off road sono invece MX331 MX237 e MX217. Non mancano neppure le versioni specifiche per il triathlon : TX312 è il modello top di gamma per il triathlon. Le suole per le scarpe da strada/triathlon possono essere realizzate sia con 3 fori sia con 4 fori. SPEEDPLAY è un marchio statunitense che produce pedali da ciclismo. Sono tra i pedali più utilizzati nel mondo del professionismo su strada. Notevoli sono i vantaggi di questi pedali rispetto ad altri pedali della concorrenza. Il video seguente illustra qualche caratteristica delle scarpe LAKE e dei pedali SPEEDPLAY. Puoi acquistare le scarpe LAKE cliccando qui o i pedali SPEEDPLAY cliccando qui. Buona visione.
 
 

ARENA : COLLEZIONE FIN ITALIA LTD EDITION DISPONIBILE DA MOTUS

zaino-pool-bag-arena-fastapack-ita.pngE' disponibile da MOTUS la collezione FIN ITALIA limited edition. E' la collezione ideata da Arena per la Federazione Italiana Nuoto, ovvero la collezione indossata da tutti gli atleti delle Nazionali della disciplina di
Nella collesione il costume intero da donna AZZURRI HIGH ONE PIECE e lo slip uomo AZZURRI BRIEF (entrambi in due colorazioni, black e royal/white).
Fanno parte della collezine anche accessori come lo ZAINO ARENA FASTPACK, il borsone ARENA SPIKY 2 ITALIA MEDIUM, l'occhialino da nuoto ARENA VULCAN X con la colorazione del tricolore italiano, le ciabatte infradito ARENA FLIP FLOP ITALIA.
Sono infine incluse nella collezione ARENA FIN ITALIA anche accappatoio, t-shirt, felpa, tuta, tutte con colorazioni, scritte e loghi dell'ITALIA in edizione limitata.
Puoi acquistare i prodotti ARENA della linea FIN ITALIA nel punto vendita MOTUS di Arezzo, oppure nei nostri shop-online motusport.it e motustriathlon.com.
Per dettaglia e per scoprire la collezione CLICCA QUI
 
 
 
 
 
 
Joomla SEF URLs by Artio
Newsletter Iscriviti per ricevere OFFERTE, SCONTI e NOVITA'!

realizzazione sito web www.sitiwebegrafica.it siti web arezzo SEO | lk | map